l'ultimo target del Pcc" /> agiChina - Le tigri "nascoste" <br />l'ultimo target del Pcc

Politica interna

Politica Interna

Le tigri "nascoste"
l'ultimo target del Pcc

Le tigri  nascoste  <br />l ultimo target del Pcc


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 24 feb. - Sono le tigri "nascoste" all'interno del Partito Comunista Cinese l'ultimo obiettivo della Commissione Disciplinare in chiave anti-corruzione. I casi di Zhou Yongkang, l'ex membro del Comitato Permanente espulso dal partito e arrestato il 5 dicembre scorso, e Xu Caihou, ex numero due della Commissione Militare Centrale, il più alto organo decisionale dell'esercito cinese, sono l'oggetto dell'ultimo editoriale del braccio del partito che si occupa dei corrotti. I loro casi, secondo quanto scrive la Commissione Disciplinare "dimostrano che alcuni funzionari corrotti sono molto ben nascosti all'interno del Partito Comunista Cinese". Nel gergo politico corrente, le "tigri" sono gli alti funzionari corrotti, mentre le "mosche" sono i funzionari corrotti di livello locale, ed entrambe le categorie sono al centro della campagna contro la corruzione istituita nel dicembre 2012.
 
La descrizione delle tigri nel documento della Commissione Disciplinare riportata dall'agenzia Xinhua, parla dei funzionari di alto e altissimo livello come di "tigri nascoste che tendono a formare cricche e fazioni, alla ricerca non solo di denaro, ma anche di complotto politico e che minacciano profondamente leadership e l'unità del partito". Il target delle lotta alla corruzione agli alti piani del partito ha però di mira un tipo particolare di funzionario. "Le tigri di oggi sono ingannevoli e tendono a tenersi basse", sottintendendo la capacità degli alti funzionari di rimanere sotto traccia, nonostante il grado occupato, anche in tempi di lotta alla corruzione. Le fazioni e le cricche all'interno del partito "per i propri affari personali" sono state a fine dicembre sorso oggetto anche di un forte attacco da parte del presidente cinese, Xi Jinping, che ha sottolineato le qualità di coraggio e onestà di chi indaga contro i corrotti nel Pcc.
 
Nessuno sconto neanche per chi chiede la fine della campagna, secondo quanto scrive la Commissione Disciplinare, che non si è riposata neppure durante i giorni del capodanno lunare, durante il quale sono stati redarguiti 855 funzionari per le violazioni compiute durante le festività. "Alcuni chiedono la fine della lotta contro la corruzione e il rinnovamento dello stile di lavoro - scrive l'ente diretto da Wang Qishan - temendo che la campagna possa spingersi troppo oltre se dovesse continuare. A simili argomenti bisogna opporsi con forza". Giunta al terzo anno di indagini, la campagna voluta a fine 2012 da Xi Jinping non mostra segni di cedimento. La lotta alla corruzione in Cina è stata negli ultimi giorni oggetto delle attenzioni anche della Corte Suprema del Popolo, il massimo organo giudiziario del Paese, che ieri ha reso noto che aggiornerà il proprio database contenente i nomi di tutti i funzionari detenuti per tangenti. I corrotti finiti in carcere entreranno a fare parte di una "blacklist" per agevolare le inchieste.

 

 

24 febbraio 2015

 

ALTRI ARTICOLI

 

VIA DELLA SETA, TERMINATO VIAGGIO INAUGURALE

 

PROTESTA CONTRO INDIA PER VISITA DI MODI IN ARUNACHAL PRADESH

 

DUE CINESI NELLE PRESELEZIONI PER COLOZZINARE MARTE

 

RIFORME FINANZIARIE ANCORA LENTE PER BANCHE STRANIERE

LA GRECIA SI ALLONTANA DALL'UE PECHINO STRIZZA L'OCCHIO AD ATENE


TERRORISMO, AL JAZEERA: CINA AL LAVORO PER RIMPATRIO UIGHURI


MAR CINESE MERIDIONALE: TRA PROVE DI DISGELO E CACCIA AL GREGGIO

 

GALA DI CAPODANNO, POLEMICA SU SKETCH ANTI-CORRUZIONE

 

WSJ: ALLO STUDIO FUSIONE TRA I GIGANTI DELL'ENERGIA

 

AL VIA ESERCITAZIONI NAVALI CONGIUNTE CON GRECIA

 

DAL SOCHUAX AL MILANO, LA CINA PUNTA AL CALCIO EUROPEO

 

ANNO DELLA CAPRA, IL PRIMO DELLA "NUOVA NORMALITA'"

MIGLIAIA DI PROFUGHI BIRMANI NELLO YUNNAN, ALLERTA A PECHINO


NDRC CHIEDE CRESCITA AL 6,5% FINO AL 2020

 

RFC: KAMIKAZE NELLO XINJIANG FA 7 MORTI

 

WANG YI IN IRAN, "SPRINT FINALE" SU NUCLEARE

 

MILITARI IN SOVRAPPESO A RISCHIO DEGRADAZIONE


DA PBoC FONDO PER LA VIA DELLA SETA

 

RIFORME: CRESCITA RALLENTATA, MA DI QUALITA'

 

CINA PERDE PRIMATO SU CONSUMO DI ORO, SORPASSO DELL'INDIA

 

CINA VERSO UNA POLITICA MONETARIA ESPANSIVA

 

XI JINPING IN USA A SETTEMBRE
Cybersicurezza e nucleare in cima all'agenda

 

PECHINO SMENTISCE ATENE, NON ABBIAMO OFFERTO AIUTI

 

TAIWAN: SI DIMETTE MINISTRO AFFARI CON CINA

 

BANCA CENTRALE OTTIMISTA SU ECONOMIA PIU' SOSTENIBILE

 

VIA DELLA SETA MARITTIMA: AL VIA VIAGGIO INAUGURALE


 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci