Politica interna

Politica Interna

Tre anni a Gong Aiai, milionaria
con residenza multipla

Tre anni a Gong Aiai, milionaria <br />con residenza multipla


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest



Pechino, 29 set. - E' stata condannata a tre anni di carcere, Gong Aiai, dirigente bancaria e detentrice di diversi certificati di residenza, per contraffazione e traffico di documenti ufficiali. La sentenza è stata pronunciata oggi dalla Corte Popolare di Jingbian, nel nord-ovest della Cina, dove si è tenuto il processo.  Gong aveva ricoperto la carcia di vice direttore di una banca locale, la Shanmu County Rural Commercial Bank. Il caso di Gong Aiai era diventato popolare anche su internet, in particolare tra gli utenti della piattaforma di social network Weibo, che per lei avevano coniato il soprannome di "Sorella Casa", proprio per i multipli certificati di registrazione familiare, almeno quattro, registrati sotto diversi nomi, secondo quanto emerso da un'indagine di polizia cominciata a gennaio scorso. La donna era poi proprietaria di 44 appartamenti a Pechino, per un valore totale di 395 milioni di yuan (47,7 milioni di euro) corrispondenti a oltre diecimila metri quadrati di superficie calpestabile.

 

Gong, secondo quanto dichiarato da lei stessa in udienza, aveva guadagnato somme ingenti con il business del carbone e aveva ottenuto soldi in prestito da alcuni amici. Ad avere attratto l'attenzione pubblica sul suo caso era stato però, soprattutto, il numero di fasi certificati di residenza in suo possesso. Il dibattito sulla riforma del sistema di registrazione familiare, o hukou, è in corso da tempo in Cina, ma l'attuale legislazione è ancora molto restrittiva e vincolante al luogo di residenza. La donna ha dichiarato durante il processo di essere entrata in possesso in maniera legale degli appartamenti a lei intestati.

 

 

ALTRI ARTICOLI 

 

XI JINPING, I BUONI E I CATTIVI DELLA LINEA DI MASSA  

 

SCAMBI CINA-RUSSIA QUADRUPLICHERANNO  

 

ANTI-TECTONICS: L'ITALIA ALLA DESIGN WEEK DI PECHINO

 

INTERNET LIBERO NELLA ZONA ECONOMICA DI QIANHAI 

 

XIAOMI, IL MARCHIO CINESE CHE SBARAGLIA L’APPLE

 

FMI CONFERMA CRESCITA CINESE A 7,75% PER IL 2013

 

CONDANNATO A 10 ANNI PER STUPRO FIGLIO DI GENERALE 

 

LEGGE ANTI-PETTEGOLEZZI, UN'ARMA A DOPPIO TAGLIO

 

SHANGHAI: PEOPLE'S DAILY SMENTISCE APERTURA A INTERNET

 

MILITARI, NUOVA STRETTA CONTRO LA CORRUZIONE

 

ASI: STRUMENTAZIONE ITALIANA A BORDI DI SATELLITE CINESE

 

DONNA VICINA A LIU ZHIJUN AMMETTE TANGENTI

 

LOTTA ALLA CORRUZIONE: PECHINO SFODERA LE ARMI

 

CINA VIETA EXPORT DI PRODOTTI DUAL-USE IN NORDCOREA

 

BO XILAI RICORRE IN APPELLO

 

AL VIA MISSIONE “GREEN TECH CHINA”

 

SÌ A FB, TWITTER E NYT NELLA FREE TRADE ZONE DI SHANGHAI

 

IL BOOM DEI TRENI IN CINA

 

HSBC: MANIFATTURIERO AI MASSIMI DA SEI MESI

 

ASSAD ALLA CCTV: SIRIA NEMICO IMMAGINARIO

 

18 MESI DI PROGETTO CULTURAL HERITAGE: UN BILANCIO

 

CONTESTUALIZZARE LA CRISI SIRIANA E ANDARE OLTRE LA NATO

 

BO XILAI CONDANNATO ALL'ERGASTOLO

 

KERRY INCONTRA WANG YI, MA E' DISACCORDO SU SIRIA

 

LEGGE CONTRO PETTEGOLEZZI ONLINE, PRIMO ARRESTO

 

TURISTI CINESI: IL PROGETTO CHE CI AIUTA AD ACCOGLIERLI

 

KIM: CINA GESTISCA MEGLIO L'URBANIZZAZIONE

 

IN ARRIVO LISTA MENSILE SU CITTA' PIU' INQUINATE

 

LETTERA DI BO XILAI: "IL MIO NOME SARA' RIPULITO"

 

TRAMONTA EPOCA D'ORO DEI DOLCETTI DELLA LUNA

 

TIGRI, MOSCHE E WEB: TUTTE LE LOTTE DI XI


@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci