Politica interna

Politica Interna

Esplosioni nello Xinjiang,
polizia: "Un atto di terrorismo"

Esplosioni nello Xinjiang, <br />polizia:  Un atto di terrorismo


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 27 gen. - Le esplosioni di venerdì scorso nella località di Xinhe, nello Xinjiang, sono frutto di un attentato terroristico premeditato, secondo le prime indagini della polizia locale, che ha coinvolto almeno 17 persone. Il principale sospettato, scrive l'agenzia Xinhua, è un uomo di nome Ibrahim Qahar, accusato sin dal maggio scorso di attività religiose illegali e di avere diffuso messaggi di estremismo religioso. Il materiale esplosivo usato negli attentati sarebbe stato tenuto in un locale preso in affitto dallo stesso Qahar e dai suoi complici. Subito dopo le tre esplosioni - una delle quali nata da un'autobomba, mentre altre due hanno colpito un mercato e un negozio di parrucchiere - la polizia ha aperto il fuoco contro un gruppo di persone che stava arrestando, provocando la morte di sei di loro. Altre sei sono morte nelle esplosioni da loro stessi provocate, scrive la Xinhua, e in tutto gli arresti sono stati cinque.

Xinhe è una località vicino al confine con il Kirghizistan, dove vive una forte concentrazione di abitanti uighuri, l'etnia minoritaria autoctona dello Xinjiang, di fede musulmana. Nella giornata di oggi, il presidente della Conferenza Consultiva Politica del Popolo, Yu Zhengsheng - uno dei sette membri del Comitato Permanente del Politburo - ha chiesto l'applicazione delle linee politiche per la gestione dei gruppi religiosi presenti in Cina, per mantenere la stabilità e la pace nel Paese durante il periodo di feste che inizierà il prossimo 31 gennaio, giorno del capodanno lunare. Nel ricordare l'apporto positivo dei fedeli e delle organizzazioni religiose della Cina, Yu ha però specificato che "i seguaci religiosi devono rendersi più coscienziosi nei confronti dello Stato, della legge e della cittadinanza" e che le attività religiose devono essere condotte "nei limiti stabiliti dalla legge".

L'appello di Yu Zhengsheng arriva a poche ore dalla formalizzazione delle accuse nei confronti dell'intellettuale uighuro, Ilham Tohti, che si trova in stato di fermo dal 15 gennaio scorso. Tohti, che insegna all'Università delle Minoranze di Pechino, è stato accusato nella serata di sabato scorso, di attività separatiste e di avere recato grave danno alla sicurezza nazionale e alla stabilità sociale, secondo quanto scriveva sul suo account Weibo - il Twitter cinese - l'ufficio della Pubblica Sicurezza della municipalità di Urumqi, la capitale dello Xinjiang. Tohti sarebbe entrato in contatto con i separatisti che rivendicano la sovranità territoriale del Turkestan Orientale - ovvero il territorio dello Xinjiang cinese - e avrebbe diffuso su internet messaggi inneggianti all'indipendenza da Pechino della regione autonoma nord-occidentale cinese. Tra le prime reazioni alle accuse nei confronti dell'economista che vive a Pechino, c'è quella della moglie, Guzaili Nu'er, che ha smentito che il marito potesse trovarsi coinvolto in attività sovversive. "Non so di cosa stiano parlando - ha dichiarato la donna - Non ha senso".

La regione autonoma cinese è stata sconvolta nel corso del 2013 da diversi attacchi da parte della popolazione uighura nei confronti delle forze di polizia locale: in molti casi, secondo quanto riferito dalle fonti ufficiali, si era trattato di assalti alle locali caserme di polizia con armi da taglio o di scontri a fuoco tra le forze dell'ordine e alcuni esponenti della popolazione locale. Le esplosioni nello Xinjiang sono un fatto raro. L'attacco più noto di questo tipo, risale al 28 ottobre scorso, quando un suv si è schiantato contro la folla in piazza Tian'anmen, prima di esplodere. Nell'attentato sono morte cinque persone, tra cui le tre all'interno dell'abitacolo. Una sigla indipendentista dello Xinjiang ha rivendicato il gesto nelle settimane successive.

 

27 gennaio 2014

 

 

LEGGI ANCHE:

 

TIAN'ANMEN, CONDANNA UNANIME DA MEDIA
Associazione uigura chiede indagine internazionale


L'INTERVISTA A ILHAM TOHTI


TIAN'ANMEN,"ATTENTATO PREMEDITATO METICOLOSAMENTE"

 

TIAN'ANMEN, XINHUA: 5 FERMI PER "ATTACCO TERRORISTICO"

 

ESPLOSIONE TIAN'ANMEN, SALGONO A OTTO I SOSPETTATI


INCIDENTE TIAN'ANMEN, POLIZIA SU TRACCE DI DUE UIGHURI

 

TIAN'ANMEN: INCIDENTE O ATTENTATO


SUV TRAVOLGE FOLLA A PIAZZA TIAN'ANMEN: MINISTERO ESTERI: 5 MORTI E 38 FERITI


TERRORE A PIAZZA TIAN'ANMEN, SUV TRAVOLGE FOLLA: 3 MORTI

 

 

ALTRI ARTICOLI:

 

LA CORSA ALLE ARMI CINESE E I TIMORI DEL GIAPPONE

 

XINHUA DURA CONTRO ABE: "DELIRANTE E CONTRADDITTORIO"

 

AL VIA LA SECONDA FASE DELLA LINEA DI MASSA

 

CHINA LEAKS, I CONTI OFFSHORE DEI GIGANTI DEL GREGGIO

 

A PROCESSO ANCHE ATTIVISTI ZHAO E HOU

 

BANCA CENTRALE INIETTA LIQUIDITÀ PER 120 MLD DI YUAN


CHINA LEAKS SVELA I PARADISI OFFSHORE DEI LEADER

 

PROCESSO A XU ZHIYONG, PROTESTA IN SILENZIO

 

ABBADO, IL MAESTRO ACCOLTO NELLA CINA DELLA RIVOLUZIONE

 

CIMITERI TROPPO CARI, A PECHINO PREZZI ALLE STELLE

 

MEDIA CINESI, POSSIBILE ATTACCO INFORMATICO

 

BANCA CENTRALE INIETTA LIQUIDITÀ

 

STUDIO RIVELA: CINA ESPORTA INQUINAMENTO IN USA


WEB PARALIZZATO, BLOCCATI SITI E SOCIAL NETWORK


CINA ESCLUDE INCONTRO TRA XI E ABE AI GIOCHI DI SOCHI

 

PIL AL 7.7% NEL 2013, CINA VERSO STABILIZZAZIONE

 

WEN JIABAO: IO MAI STATO CORROTTO

 

GAY, IN AUMENTO LE "TERAPIE DI CONVERSIONE" SESSUALE


CINA RADDOPPIA BUDGET CONTRO TERRORISMO XINJIANG

 

CAREER DAY, LA FONDAZIONE ITALIA CINA PUNTA SUI LAUREATI

 

ZANONATO, CINA PIU' GRANDE MERCATO AL MONDO



FMI: DEBITO FISCALE RENDE CINA VULNERABILE A SHOCK

 

INTELLETTUALE ILHAM TOHTI TRATTENUTO DALLA POLIZIA

 

CENSURA, PERICOLOSO IL ROCKER CUI JIAN, VIA LIBERA A LADY GAGA


LIU XIA IN UN VIDEO DAI DOMICILIARI

 

 

@ Riproduzione riservata


每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci