Politica interna

Politica Interna

ANP, PARTE LA TRANSIZIONE AL VERTICE
TRA PROMOZIONI E POLITICA MONETARIA

ANP, PARTE LA TRANSIZIONE AL VERTICE <br />TRA PROMOZIONI E POLITICA MONETARIA


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest



Pechino, 13 mar. - Mentre i cardinali sono riuniti nella Cappella Sistina in Vaticano per l'elezione del nuovo Pontefice, a Pechino si decidono e si perfezionano altre nomine, quelle agli vertici della Repubblica Popolare Cinese. Sotto la guida di Zhang Dejiang e di Liu Yunshan, entrambi membri del Comitato Permanente del Politburo, il presidium dell'Assemblea Nazionale del Popolo deciderà chi eleggere alle alte cariche dell'ANP e dello Stato. Da giovedì a sabato prossimo, secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa Xinhua, si terrà il processo di elezione dei nuovi leader cinesi. Tra le cariche da decidere c'è quella di presidente del Comitato Permanente dell'Assemblea Nazionale del Popolo, quelle di vice presidente, segretario generale e l'ingresso di nuovi membri. Nelle prossime ore verrà poi ufficializzata la carica di presidente cinese a Xi Jinping, che è già segretario generale del partito e capo della Commissione Militare Centrale, e quella di primo ministro a Li Keqiang, che verrà definita venerdì prossimo. "L'elezione dei leader è uno dei compiti più importanti di questa sessione " ha dichiarato Liu Yunshan a nome del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese che ha espresso i propri candidati alle cariche di vertice della politica nazionale. I nuovi leader cinesi saranno in linea con la campagna anti-corruzione intrapresa da Xi Jinping nei mesi socrsi. "Quando la lista dei candidati sarà pronta -ha affermato Liu Yunshan- verrà data importanza alle capacità e all'integrità dei singoli candidati, focalizzandosi in special modo su quest'ultima dote".

 

Tra le cariche che verranno poi definite nei prossimi giorni ci sono quella di vice presidente, che secondo fonti della Reuters, dovrebbe andare a Li Yuanchao, già candidato fino a novembre scorso a un posto nel Comitato Permanente, ilvertice del potere, sogno poi sfumato a causa dell'opposizione, secondo indiscrezioni, dell'ex presidente Jiang Zemin, che avrebbe imputato a Li, direttore del Dipartimento Organizzativo del partito di avere elargito troppe promozioni agli uomini di Hu Jintao, a scapito dei suoi. Nuova nomina in vista anche per Guo Shuqing, presidente della China Securities Regulatory Commission, authority che regola i listini del Dragone. Per lui, nelle ultime ore, viene data come probabile la poltrona di governatore della provincia nord-orientale dello Shandong. Nei giorni scorsi è stato poi eletto a capo della Conferenza Consultiva Politica del Popolo Yu Zhengsheng, anch'egli membro del Comitato Permanente. Suo è stato il discorso conclusivo dei lavori del massimo organo consultivo cinese in cui ha ribadito il no della Cina a seguire i sistemi politici occidentali e la necessità, invece, di continuare sulla strada del socialismo con caratteristiche cinesi. Il governatore della Banca Centrale Zhou Xiaochuan è stato, infine scelto tra i vice presidenti del maggiore organo consultivo cinese, nomina che gli garantirà probabilmente la possibilità di rimanere al vertice della Banca Centrale, anche se non è ancora certo se rimarrà governatore per un intero mandato, della durata di cinque anni. A una domanda precisa a riguardo, Zhou ha preferito non rispondere: la sua sorte sarà comunque definita entro sabato prossimo.

IL DISCORSO DI ZHOU XIAOCHUAN E LA POLITICA MONETARIA PER IL 2013

 

Proprio la Banca Centrale e il suo governatore sono stati al centro della scena nella giornata di oggi con una conferenza stampa sulla politica monetaria del Dragone per il 2013. Zhou Xiaochuan ha confermato che la Cina continuerà a seguire la linea della prudenza, affermando che l'istituto continuerà a seguire le linee generali messe in atto negli anni passati. Tra le novità di quest'anno c'è la possibilità che il governo possa decidere di allentare il controllo sui tassi d'interesse per aumentare la competitività delle banche e favorire una crescita basata più sulla domanda interna che sugli investimenti e le esportazioni.

Grande attenzione nel discorso di Zhou Xiaochuan, è poi stata posta sull'inflazione che la Banca Centrale punta a contenere entro il 3,5% per l'anno in corso. Gli ultimi dati parlano di un aumento di 1,1 punti percentuali su base mensile: a febbraio il Consumer Price Index era salito al 3,2% su base annua, ai livelli più alti degli ultimi dieci mesi, in aumento anche rispetto alle previsioni degli analisti che fissavano in un 3% il dato relativo al mese scorso. Nel 2012, il tasso d'inflazione era al 2,6%. L'istituto che guida la politica monetaria del Dragone metterà poi in atto misure per raffreddare il surriscaldato settore immobiliare, che prevedono anche tassi di interesse speciali per i prestiti sulla casa.

Rimarrà inalterato, invece, il rating dei bond emessi dall'ormai ex ministero delle Ferrovie, finito in uno scandalo di tangenti miliardario nel 2011, e destinato ad essere assorbito all'interno di un super-ministero dei Trasporti. Le obbligazioni emesse verranno trasferite alla China Railway Corporation che svolgerà le funzioni del ministero guidato da Liu XZhijun fino al 2011, quando è stato defenestrato per corruzione. Infine, la Banca Centrale ha dichiarato tramite Zhou Jinhuang, vice direttore dell'ufficio pagamenti dell'istituto, che metterà in atto misure per rendere più sicuri i pagamenti on line. Secondo le stime della Banca Centrale, dei 221 milioni di utenti del servizio, sarebbero almeno il 40% quelli che non sono sufficientemente a conoscenza dei rischi connessi al pagamento on line tramite carta di credito, o non prestano abbastanza attenzione alla possibilità di furto dei dati personali o di hacking del proprio conto corrente.



 

ANP, ARTICOLI CORRELATI


Il riformista Li Yuanchao probabile vice presidente

Il nuovo piano di riforma del governo

Il governo svela i nuovi ministeri

Anp, 83 super ricchi in Parlamento

Urbanizzazione al centro dei lavoratori dell'ANP

Anp: yuan, hukou e riforme economiche

Anp: crescita nel 2013 al 7,5%, focus su occupazione


ANP, ANALISI


8 marzo - Donne potenti, donne fragili. Xi Jinping sorride a tutte?

Anp, il 'manuale' dei sogni di Xi Jinping

I nuovi sette signori di Pechino

SPECIALE 18 CONGRESSO - CAMBIO AL VERTICE

 


 

ARTICOLI PRECEDENTI

 

12 marzo

 

Il riformista Li Yuanchao probabile vice presidente 

Usa-Cina: cyberattacchi, Pechino pronta al dialogo

Ai Weiwei, la mia banda suona il rock

Salgono a 3.300 i maiali morti nello Huangpu


Speciale Assemblea Nazionale del Popolo

 

11 marzo


Il nuovo piano di riforma del governo  

Inflazione al 3,2%, ai livelli più alti da 10 mesi  

Pyongyang taglia linea rossa. Sale la tensione nella penisola

 

08 marzo

 

Anp, 83 super ricchi in Parlamento  

Pyongyang tronca con Seoul, Pechino invita alla "calma"

Ue primo partner commerciale. E l'export cresce a febbraio

 

Focus

 

Storia del professore che divenne cocchiere

Sanzioni Onu a Nord Corea, Cina tradisce l'alleato? 

Il commento di una foto - 8 marzo: il lato "D" di Xi Jinping

Anp, il 'Manuale del sogni' di Xi Jinping

La politica del mattone. Cara casa quanto ci costi

 

© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci