Politica interna

Politica Interna

Al via la seconda fase
della linea di massa

Al via la seconda fase <br />della linea di massa


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest



Roma, 24 gen.- La campagna della linea di massa entra nella seconda fase. Da oggi fino a settembre prossimo prenderà di mira i funzionari di basso livello. Secondo una circolare emessa ieri dall'Ufficio Generale del Comitato Centrale del PCC a essere coinvolti in questa seconda fase saranno quasi 70 milioni di membri del partito (che in totale ne conta oltre 80 milioni) in 140mila località, tra città, contee e villaggi.

La campagna della linea di massa, inaugurata a giugno scorso, ha come scopo quello di migliorare in linea generale la condotta dei membri del partito, a cominciare dallo stile di lavoro dei funzionari. La circolare di ieri promette "severe punizioni - scrive l'agenzia di stampa Xinhua - per i funzionari corrotti, deboli, pigri, indisciplinati o che abusano del loro potere nel servire il popolo". Finora i funzionari punIti per trasgressioni alle direttive della campagna della linea di massa sono stati 7700, ma nella seconda fase il numero potrebbe salire di molto, con le ispezioni dei prossimi mesi.

Il malcontento per l'amministrazione pubblica a livello locale è alto in Cina, e nei giorni scorsi i siti di social network hanno ripreso ripetutamente un articolo di un funzionario di lungo corso ora in pensione, di nome Li Changjin, che criticava l'apparato burocratico del PCC. Nell'articolo, prontamente eliminato dal web cinese, l'ex funzionario scriveva che l'amministrazione del partito funzionerebbe meglio tagliando la metà dei funzionari, soprattutto quelli a livello locale. "Il loro lavoro è troppo facile - scriveva Li - e difficilmente potrai trovare qualcuno che lavora al massimo delle proprie capacità per otto ore al giorno".

Il tono che il partito vuole imprimere alla seconda fase è più che mai improntato alla sobrietà dei funzionari, che è uno dei punti principali della linea di massa, assieme alla lotta alle stravaganze, all'edonismo, e al formalismo burocratico. Tra gli scopi dell'iniziativa elencati nella circolare c'è quello di  "impedire i progetti di immagine o l'esibizione dei risultati ottenuti da alcuni funzionari" che dovranno invece concentrarsi sui problemi della gente sotto tutti gli aspetti dell'amministrazione pubblica.

24 gennaio 2014

 

 

ALTRI ARTICOLI:

 

CHINA LEAKS, I CONTI OFFSHORE DEI GIGANTI DEL GREGGIO

 

A PROCESSO ANCHE ATTIVISTI ZHAO E HOU

 

BANCA CENTRALE INIETTA LIQUIDITÀ PER 120 MLD DI YUAN


CHINA LEAKS SVELA I PARADISI OFFSHORE DEI LEADER

 

PROCESSO A XU ZHIYONG, PROTESTA IN SILENZIO

 

ABBADO, IL MAESTRO ACCOLTO NELLA CINA DELLA RIVOLUZIONE

 

CIMITERI TROPPO CARI, A PECHINO PREZZI ALLE STELLE

 

MEDIA CINESI, POSSIBILE ATTACCO INFORMATICO


BANCA CENTRALE INIETTA LIQUIDITÀ

 

STUDIO RIVELA: CINA ESPORTA INQUINAMENTO IN USA


WEB PARALIZZATO, BLOCCATI SITI E SOCIAL NETWORK


CINA ESCLUDE INCONTRO TRA XI E ABE AI GIOCHI DI SOCHI

 

PIL AL 7.7% NEL 2013, CINA VERSO STABILIZZAZIONE

 

WEN JIABAO: IO MAI STATO CORROTTO

 

GAY, IN AUMENTO LE "TERAPIE DI CONVERSIONE" SESSUALE


CINA RADDOPPIA BUDGET CONTRO TERRORISMO XINJIANG

 

CAREER DAY, LA FONDAZIONE ITALIA CINA PUNTA SUI LAUREATI

 

ZANONATO, CINA PIU' GRANDE MERCATO AL MONDO



FMI: DEBITO FISCALE RENDE CINA VULNERABILE A SHOCK

 

INTELLETTUALE ILHAM TOHTI TRATTENUTO DALLA POLIZIA

 

CENSURA, PERICOLOSO IL ROCKER CUI JIAN, VIA LIBERA A LADY GAGA


LIU XIA IN UN VIDEO DAI DOMICILIARI

 

 

@ Riproduzione riservata


每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci