Internet

Internet

Wuzhen, world internet
conference, Xi: più ordine

Wuzhen, world internet <br />conference, Xi: più ordine


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 16 dic. - Rispetto per lo sviluppo informatico di ogni Paese e maggiore ordine su internet. Alla cerimonia di apertura della seconda World Internet Conference, a Wuzhen, nella provincia costiera cinese dello Zhejiang, il presidente cinese, Xi Jinping, ha pronunciato un discorso sul ruolo di internet nella Cina di oggi in cui ha sottolineato la necessità di rispettare lo sviluppo informatico di ogni nazione della rete e di mantenere l'ordine sul web. Il presidente cinese ha introdotto il concetto di cyber-sovranità contro l'egemonia su internet e la necessità di combattere i crimini informatici. I vari Paesi, ha spiegato, "hanno il diritto di scegliere indipendentemente come intendono procedere lungo il cammino del cyber-sviluppo, così come emettere le loro regolamentazioni e politiche" e "nessun Paese dovrebbe perseguire l'egemonia informatica, interferire negli affari di un altro Paese o sostenere attività che minano la sicurezza nazionale di altri Paesi".

Nel suo discorso, Xi ha toccato anche i temi dell'ordine e della libertà di espressione. Il web ha bisogno di regolamentazioni perché "il cyber-spazio non è un regno al di là della legge" e "pur rispettando il diritto degli utenti di scambiare idee e condividere opinioni", occorrono sforzi per creare un "ordine per il cyber-spazio in base alla legge in modo da proteggere gli interessi e i diritti legittimi di tutti gli utenti". Il discorso del presidente cinese arriva a pochi giorni dal contestato processo all'avvocato Pu Zhiqiang, che si è tenuto lunedì scorso a Pechino: tra i capi di accusa di cui ha dovuto rispondere ai giudici, per Pu c'era anche l'odio etnico per alcuni tweet che criticavano la politica etnica cinese nella regione autonoma dello Xinjiang, abitata dalla minoranza uighura. Per il futuro, la Cina, ha poi spiegato Xi, attuerà una politica di sviluppo della rete, con lo sviluppo della strategia "internet plus" nei prossimi cinque anni, che prevede l'espansione dei servizi via internet. Xi ha infine fatto riferimento anche ai diritti delle aziende straniere. "La salvaguardia degli interessi legali delle attività finanziate dall'estero non cambierà" ha affermato il presidente cinese. La Cina è il Paese al mondo con il maggiore numero di utenti di internet: secondo gli ultimi calcoli ufficiali i netizens cinesi sono circa 670 milioni, circa un cittadino su due, e la Cina ha oggi all'attivo 4,13 milioni di siti web.

 

16 DICEMBRE 2015

 

ALTRI ARTICOLI

 

URBANIZZAZIONE E MENO TASSE PER LE PMI
Gli obiettivi del 2016 

 

SHANGHAI AVVOLTA DALLO SMOG, AI LIVELLI PIU' ALTRI DA GENNAIO  

 

CINA: ECONOMIA SI STABILIZZA PRIMA DEL RIALZO TASSI FED  

 

CINA ENTRA IN EBDR, PBOC, NUOVE OPPORTUNITA' VIA DELLA SETA 

 

MAR CINESE MERIDIONALE
SINOPEC APRE STAZIONE
SERVIZIO SU ISOLE CONTESE


© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci