Internet

Internet

Web paralizzato, bloccati
siti web e social network

Web paralizzato, bloccati <br />siti web e social network


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest


Pechino, 21 gen. - Milioni di siti internet, tra cui anche le piattaforme di social network e di messaggistica istantanei sono rimasti bloccati oggi in Cina, provocando disagi agli utenti. L'incidente è avvenuto alle tre del pomeriggio, ora locale, le otto del mattino in Italia, e ha riguardato tutti i siti internet di maggiore accesso, compresi quelli con le estensioni .com, .info., .net e .org a causa di un malfunzionamento con i server centrali, secondo quanto spiegato sui portali web delle piattaforme sina.com e qq.com. Tra i siti inaccessibili ci sono stati anche quelli, popolarissimi, di Baidu e Tencent. Per visitare le pagine on line bloccate era necessario avere a disposizione un sistema VPN, acronimo per virtual private network, che permette di collegarsi al web aggirando i server del Great Firewall cinese. I disagi per gli utenti di internet sono continuati per circa due ore, dopo le quali molti dei siti bloccati erano tornati di nuovo visibili on line. Il ritorno alla normalità richiederà in totale circa dodici ore di tempo.

Ancora ignote le cause del malfunzionamento di oggi, anche se si sono già diffusi i primi timori di hackeraggio dei siti internet cinesi. Secondo il fondatore del service provider DNSpod, Wu Hongsheng, si è trattato di un episodio "molto serio e insolito" che ha riguardato circa i due terzi dei server cinesi. Il traffico su internet, nelle ore del malfunzionamento, ha dichiarato Song Yingqiao, vice presidente di www.net.cn, è stato dirottato su server basati negli Stati Uniti. Una seconda ipotesi circolata nelle ultime ore prenderebbe invece in considerazione la possibilità che i disagi fossero dovuti a un aggiornamento dei server della censura on line, anche se secondo i più esperti, difficilmente questo tipo di operazioni possono condurre alla paralisi telematica.

Secondo gli ultimi dati ufficiali, in Cina ci sono oggi 618 milioni di utenti di internet, 53,3 milioni di utenti in più rispetto allo scorso anno, anche se sono in diminuzione gli utenti di social network, con un calo del 9% tra i possessori di un account Weibo, la piattaforma che in Cina fa le veci di Twitter. Nuove regole per il web cinese sono state varate proprio oggi: chi intende caricare un video su una piattaforma on line di condivisione, dovrà farlo senza usare uno pseudonimo, hanno spiegato le autorità a sorveglianza dei contenuti dei media cinesi, per evitare il diffondersi della pornografia e di immagini violente o che possano avere un "negativo effetto sulla società".



21 gennaio 2014

 


ALTRI ARTICOLI:


PIL AL 7.7% NEL 2013, CINA VERSO STABILIZZAZIONE

 

WEN JIABAO: IO MAI STATO CORROTTO

 

GAY, IN AUMENTO LE "TERAPIE DI CONVERSIONE" SESSUALE


CINA RADDOPPIA BUDGET CONTRO TERRORISMO XINJIANG

 

CAREER DAY, LA FONDAZIONE ITALIA CINA PUNTA SUI LAUREATI

 

ZANONATO, CINA PIU' GRANDE MERCATO AL MONDO



FMI: DEBITO FISCALE RENDE CINA VULNERABILE A SHOCK

 

INTELLETTUALE ILHAM TOHTI TRATTENUTO DALLA POLIZIA

 

CENSURA, PERICOLOSO IL ROCKER CUI JIAN, VIA LIBERA A LADY GAGA


LIU XIA IN UN VIDEO DAI DOMICILIARI

 

IL TEST E LA HOTLINE: SEI CORROTTO?

 

CINA PUNTA SU RINNOVABILI E NUCLEARE

 

INDONESIA E CINA DIVISE DAI MINERALI


ERGASTOLO PER L'OSTETRICA CHE VENDEVA I BAMBINI


LEFTOVER, MENO SCUOLA PER TROVARE L'ANIMA GEMELLA

 

INCENDIO NEL VILLAGGIO TIBETANO DI DUKEZONG

 

ZANONATO A PECHINO: "RILANCIARE RAPPORTI CON CINA"


SHARON TRA LUCI ED OMBRE NEL RICORDO CINESE

 

NASCE GFDC, VETRINA DI ONLY ITALIA PER IL MADE IN ITALY

 

PIÙ AUTO INGLESI IN CINA

 

RIPRESA DELL'INTERSCAMBIO ITALIA-CINA NEL 2013

 

PACE IN SUD SUDAN, UNA PRIORITA' PER LA CINA

 

INCIDENTI SUL LAVORO, CIRCA 20MILA SITUAZIONI A RISCHIO NELL'ENERGIA

 

CINA: VISITA DI ABE A YASUKUNI UN PROBLEMA DI TUTTI

 

DOPO IL NO DEL NYT, CHEN GUANGBIAO PUNTA AL WSJ

 

LA GIUSTIZIA AI TEMPI DI XI JINPING

 

TROVARE LA CINA NEL GANDHARA

 

PECHINO APRE SU BANCHE E TELECOMUNICAZIONI

 

"CINA IN PRIMA LINEA NELLA MISSIONE SIRIANA"

 

MEDIA: PAPA FRANCESCO TRA I 10 "UOMINI CHIAVE"

 

ADDIO A RUN RUN SHAW - Il pioniere del cinema di Hong Kong

 

MUORE PRESIDENTE DI CHINA RAILWAY, SI INDAGA SUL SUICIDIO

 

APRE CONSOLATO ITALIANO A CHONGQING

 

ATTENTATORE S. FRANCISCO: HO OBBEDITO ALLE 'MIE VOCI'

 

IL SENSATO PARADOSSO CINESE

 

 

© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci