Industria e mercati

Industria e mercati

Al via la missione
"Green Tech China"

Al via la missione <br /> Green Tech China


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 24 set. - Diciassette aziende italiane attive nei settori delle energie rinnovabili e del trattamento delle acque e dei rifiuti hanno partecipato oggi alla cerimonia di apertura di "Green Tech China" che si è tenuta all'Ambasciata d'Italia presso la Repubblica Popolare Cinese. La missione è parte del progetto "Competitività del Made in Italy nei settori innovativi" ed è stata finanziata dal Ministero per lo Sviluppo Economico e sviluppata in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana in Cina, Mondimpresa, Assocamerestero e con la camera di Commercio italo-cinese. Da parte cinese, la missione è stata sviluppata con l'appoggio del Ministero del Commercio, la Camera di Commercio Cinese per l'Import-Export di Macchinari e Prodotti Elettronici e il Northern Technology Exchange Market. La missione che si è aperta oggi alla presenza delle autorità italiane e cinesi proseguirà fino al 27 settembre prossimo, con in programma incontri business-to-business, visite aziendali e un incontro informativo sulla tutela della proprietà intellettuale e l'accesso al mercato cinese realizzato insieme al ChinaIPR SME Helpdesk e l'EU SME Centre.

 

All'inaugurazione della missione hanno preso parte l'ambasciatore d'Italia presso la Repubblica Popolare Cinese, Alberto Bradanini, il presidente della Camera di Commercio italiana in Cina, Franco Cutrupia, il vice direttore del Dipartimento Affari Europei del Ministero del Commercio cinese, Ma She, la direttrice generale per l'Internazionalizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico, Anna Maria Forte, e il segretario generale della Camera di Commercio italo-cinese, Alcide Luini.

 

"Non ci potrebbe essere un momento più propizio per questa missione, data la priorità che la leadership cinese ha dato all'ambiente" ha dichiarato Bradanini, che si è soffermato sull'importanza del processo di urbanizzazione - che ha definito "un compito straordinariamente importante"- ora allo studio da parte del governo di Pechino. "La Cina - ha proseguito l'ambasciatore - dovrà impiegare le proprie risorse  ma anche ricorrere a quelle degli amici stranieri, perché la cooperazione è fondamentale in questo campo. L'Italia - ha poi concluso Bradanini - ha le capacità e dispone di aziende in grado di dare risultati significativi".

 

L'importanza del mercato cinese per le aziende del nostro Paese è stata sottolineata anche da Cutrupia. "Sarebbe del tutto irrazionale per le aziende italiane trascurare la Cina sia dal punto di vista commerciale sia da quello degli investimenti". A intervenire per la parte cinese è stato Ma She. "La Cina ha bisogno di grande impegno nell'ambiente, che deve essere protetto nel corso dello sviluppo". Ma ha poi ricordato l'impegno da parte del governo cinese nei temi ambientali, con investimenti nel settore, ha dichiarato, pari a 2370 miliardi di yuan. "Siamo ben contenti di accogliere tecnologie italiane, che provengono da aziende che seppure di non grandi dimensioni hanno una tecnologia avanzata. Mi auguro - ha concluso Ma She - che l'incontro di oggi possa creare una piattaforma per la conoscenza reciproca". L'importanza della missione è stata sottolineata anche da Anna Maria Forte. "Siamo convinti che nel nostro Paese ci siano le tecnologie e le eccellenze in grado di affrontare questo percorso sul mercato cinese. La rivoluzione che si prospetta in questo Paese - ha concluso Forte - è di grandi dimensioni e offre veramente delle opportunità che sarebbe sbagliato per l'Italia non cogliere".

 

ALTRI ARTICOLI


ERGASTOLO A BO XILAI, GLI ESPERTI: SENTENZA POLITICA CHE NON CAMBIERA'

HSBC: MANIFATTURIERO AI MASSIMI DA SEI MESI

ASSAD ALLA CCTV: SIRIA NEMICO IMMAGINARIO

18 MESI DI PROGETTO CULTURAL HERITAGE: UN BILANCIO

CONTESTUALIZZARE LA CRISI SIRIANA E ANDARE OLTRE LA NATO

BO XILAI CONDANNATO ALL'ERGASTOLO

KERRY INCONTRA WANG YI, MA E' DISACCORDO SU SIRIA

LEGGE CONTRO PETTEGOLEZZI ONLINE, PRIMO ARRESTO


TURISTI CINESI: IL PROGETTO CHE CI AIUTA AD ACCOGLIERLI

 

KIM: CINA GESTISCA MEGLIO L'URBANIZZAZIONE

 

IN ARRIVO LISTA MENSILE SU CITTA' PIU' INQUINATE

 

LETTERA DI BO XILAI: "IL MIO NOME SARA' RIPULITO"

 

TRAMONTA EPOCA D'ORO DEI DOLCETTI DELLA LUNA

 

TIGRI, MOSCHE E WEB: TUTTE LE LOTTE DI XI

 

XIA YELIANG IL PROFESSORE DELLA BEIDA CHE 'PARLA TROPPO'

 

AGGREDITO IL SECONDO UOMO PIU' RICCO DELLA CINA

 

CCTV TAGLIA CAST PER SHOW FESTA META' AUTUNNO

 

CONTRATTO ANTI-SUICIDIO PER GLI STUDENTI DEL GUANGDONG

 

"LA LETTERATURA CINESE" DI BERTUCCIOLI: LA NUOVA EDIZIONE DE L'ASINO D'ORO

 

FORZA LAVORO TRA CRISI GENERAZIONALE E ROBOT

 

JIANG JIEMIN DEPOSTO DA CARICA DI PRESIDENTE SASAC

 

INVESTIMENTI ESTERI +6,37% NEI PRIMI OTTO MESI

 

XI JINPING IN ASIA CENTRALE E LA “NUOVA VIA DELLA SETA”

 

MO YAN SULLA CENSURA CINESE IL PREMIO NOBEL INTERVISTATO DAL SCMP

 

GOVERNATORE PBoC, INCORAGGIARE BANCHE PRIVATE

 

NOTO BLOGGER AMMETTE DIFFUSIONE DI RUMORS ONLINE

 

ANCHE DANONE NEL MIRINO DELLE INDAGINI PER CORRUZIONE

 

SIRIA, PECHINO: ACCORDO DI GINEVRA ALLENTERA' TENSIONI

 

ANCORA NULLA DI FATTO TRA CINA E PAESI ASEAN

 

NUOVO MODELLO ECONOMICO CINESE DARA' UN IMPULSO AL MONDO

 

AXI-INCHIESTA FARMACI, ANCHE BAYER NEL MIRINO

 

CRISI SIRIANA, SI' ALLA SOLUZIONE RUSSA

 

ARRESTATO UOMO D'AFFARI VICINO AD ATTIVISTA XU

 

TRE CONDANNE PER ATTACCHI NEL XINJIANG

 

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci