Finanza

Finanza

SWIFT, YUAN VALUTA PIU' USATA
NEI PAGAMENTI IN ASIA-PACIFICO

SWIFT, YUAN VALUTA PIU  USATA <br />NEI PAGAMENTI IN ASIA-PACIFICO


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 27mag. - Lo yuan è la valuta più usata per le transazioni nella regione Asia-Pacifico. Secondo i dati Swift, la Society for Worldwide, Interbank Financial Telecommunication, i pagamenti diretti in Cina e a Hong Kong utilizzando la valuta di Pechino, nota anche come Renminbi, sono oggi il 31% del totale, contro solo il 7% del 2012. L'ultimo dato, relativo al mese di aprile, segna un aumento del 327% rispetto allo stesso periodo di tre anni fa. Lo yuan è ora al primo posto nella regione, superando lo yen giapponese, il dollaro di Hong Kong, il dollaro Usa e il dollaro australiano.

Secondo i dati Swift, la maggior parte dei paesi asiatici sono passati dall'essere scarsi utilizzatori dello yuan a medi utilizzatori, con una percentuale compresa tra il 10% e il 50% delle transazioni. Nove Paesi rimangono invece nella categoria dei low-users, contro i diciannove di tre anni fa. Filippine, Singapore, Corea del Sud e Taiwan sono considerati, invece, grandi utilizzatori della valuta cinese. A livello globale, lo yuan è la quinta valuta al mondo per i pagamenti, dietro il dollaro Usa, l'euro, la sterlina britannica e lo yen giapponese, e ha contato per il 2,07% della transazioni effettuate al mondo nel mese di aprile. L'internazionalizzazione dello yuan è favorita anche dall'aumento degli ultimi anni delle clearing banks per il renminbi offshore, con l'apertura di sedi nei maggiori centri finanziari asiatici, tra cui Seul, Sydney, Kuala Lumpur e Bangkok. In totale, dal 2012, sono otto le clearing banks dell renminbi in Asia e quattro quelle costituite tra il 2013 e il 2014 in Europa.

Il percorso di internazionalizzazione della valuta cinese conta anche altre due tappe importanti quest'anno. Ad aprile scorso,stata inaugurata la prima clearing bank per lo yuan in Medio Oriente, in Qatar, mentre a marzo le autorità cinesi hanno annunciato l'intenzione di inaugurare un nuovo sistema internazionale per i pagamenti, il Cips (China International Payment System) che dovrebbe essere pronto entro fine anno. Dell'internazionalizzazione della valuta cinese si è occupato l'ultimo studio pubblicato da Dagong Europe - la filiale europea, con sede a Milano, dell'agenzia di rating cinese - dal titolo "RMB Clearing banks - Financial Infrastructure to support the rise of the currency". L'aumento delle clearing banks in Asia e in Europa e delle transazioni globali in renminbi, secondo lo studio, sono un segnale della crescente importanza della Cina come potenza economica globale. "Le Clearing banks del renminbi in Europa - spiega in una nota Christina Sterr, direttore del team di Analisi delle Istituzioni Finanziarie - riflettono il bisogno crescente della comunità finanziaria internazionale di svolgere le transazioni in renminbi in modo efficiente e conveniente, riducendo i costi operativi".

Ieri, poi, la valuta cinese aveva registrato anche una prima vittoria "politica" nella disputa con il biglietto verde. Lo yuan non è più una moneta sottovalutata, secondo il Fondo Monetario Internazionale. L'annuncio segna un punto a favore della Cina nella lunga polemica tra Pechino e Washington, che accusa le autorità cinesi di mantenere il valore della valuta artificialmente basso. "L'apprezzamento dell'ultimo anno - spiega in una nota la sezione cinese dell'istituto diretto da Christine Lagarde - ha portato il tasso di cambio a un livello che non è più sottovalutato". Il renminbi, altro nome della valuta cinese, è cresciuto rispetto ad altre trentuno valute internazionali, mentre a perdere valore sono stati lo yen giapponese e il rublo russo, che ha ceduto negli ultimi dodici mesi il 32% del proprio valore contro il dollaro. Rispetto al biglietto verde, lo yuan è cresciuto dello 0,6% nello stesso arco di tempo.

La notizia arriva mentre le autorità di Pechino spingono per l'ingresso, quest'anno, dello yuan tra i diritti speciali di prelievo del Fondo Monetario Internazionale, dopo che cinque anni fa, alla scorsa revisione, il Fmi aveva escluso la valuta cinese perché "non pienamente convertibile". Tra gli analisti si sta diffondendo l'opinione che la valuta cinese possa essere inserita, già dal prossimo novembre, tra le valute di riserva del Fondo Monetario Internazionale, anche se permangono ancora dubbi: l'ex governatore della Federal Reserve, Ben Bernanke, lunedì scorso a Shanghai e ieri a Taipei, ha affermato che la strada è ancora lunga perché lo yuan possa essere inserito tra le valute di riserva del Fmi. Proprio ieri, infine, il dipartimento del Tesoro statunitense, ha ribadito la propria posizione, secondo cui la valuta cinese rimane fortemente sottovalutata. Pechino, per il dipartimento del Tesoro Usa, deve mettere in atto riforme nel campo finanziario prima di presentare una candidatura della propria valuta tra i diritti speciali di prelievo del Fondo Monetario Internazionale.

 

27 maggio 2015

 

ALTRI ARTICOLI

 

 

 

ISOLE CONTESE, CINA AL CONTRATTACCO ESTENDE AL "MARE APERTO" PROTEZIONE MARITTIMA

 

CORRUZIONE, VISITA IN CARCERE 70 FUNIONARI COME MONITO

 

NIENTE TARGHE ALTERNE PER AUTO ELETTRICHE PECHINO

 

ITALIA-CINA: GUIDI, NOSTRO PAESE PONTE LOGISTICO PRIVILEGIATO

 

CINA,TERROSISMO: ELIMINATE 181 CELLULE IN UN ANNO IN XINJIANG 

 

CORRUZIONE, VISITA IN CARCERE 70 FUNZIONARI COME MONITO   

 

CANNES: PREMIO PER LA REGIA AL TAIWANESE HOUW HSIAO-HSIEN

 

CINA: AIIB OPERATIVA ENTRO FINE 2015

 

HP CEDE 51% ALLA CINESE TSINGHUA, NASCE H3C

 

DOPO IKL BRASILE, LI IN COLOMBIA SUL TAVOLO LE INFRASTRUTTURE

 

ARTISTA ZHOU YI ALL'EXPO CON UN VIDEO

 

CINESI "MALE IN ITALIA", LINGUA,
RIMPIANTI E PREGIUDIZI TRA LE CAUSE
 

 

XI JINPING: "I NUOVI MEDIA AIUTINO IL RINGIOVANIMENTO NAZIONALE"

 

PREMIER LI IN BRASILE, CRESCITA AL 7% NEL 2015

ALLUVIONE NEL SUD DELLA CINA, ALMENO 16 I MORTI


CINA, LI KEQIANG IN BRASILE: ACCORDO PER INVESTIRE 53 MILIARDI DI DOLLARI

 

USA: 6 CINESI ACCUSATI DI FURTO INFORMATICO DI SEGRETI INDUSTRIALI

 

GREENPEACE, PESCA ILLEGALE AL LARGO DELLE COSTE AFRICANE

 

"MADE IN CHINA 2025", PECHINO SVELA PIANODECENNALE PER INNOVAZIONE MANIFATTURIERO

 

AIIB: MEMBRI FONDATORI DOMANI A SINGAPORE SU LINEE OPERATIVE

 

'BREAKING BAD': ARRESTATO PROFESSORE PER PRODUZIONE DROGHE

 

ASEAN: DAL GOVERNO MAGGIOR SOSTEGNO AL MADE IN ITALY

 

CINA-EMIRATI: RAGGIUNTO ACCORDO DA 330 MLN PER GIAGIMENTO MENDER

 

CINA-USA: XI "RAPPORTI "STABILI", KERRY "PESA TENSIONE NEI MARI"

 

PREMIER LI, AL VIA TOUR IN SUD AMERICA

 

XI POTENZIA MISSILI INTERCONTINENTALI, PIU' TESTATE NUCLEARI

 

WANG A KERRY,"IRREMOVIBILI" SU PROTEZIONE INTERESSE MARI 

 

MODI IN CINA: INTESA SU DISPUTE TERRITORIALI 

 

INTERNET ULTRAVELOCE IN 14 MILA PICCOLI CENTRI ENTRO FINE 2015  

 

GOVERNI LOCALI: AL VIA PIANO SWAP DEBITO DA MILLE MLD DLR 

 

CINA E INDIA, I RIVALI  ASIATICI DELL'ENERGIA

 

EXPO: VINITALY A PECHINO PRESENTA PADIGLIONE VINO

 

GOVERNI LOCALI: AL VIA PIANO SWAP DEBITO OPERAZIONE DA MILLE MILIARDI DI DOLLARI

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci