Finanza

SHANGHAI CHIUDE IN RIALZO DEL 5,54%
Attesa su prossime misure autorità cinesi

SHANGHAI CHIUDE IN RIALZO DEL 5,54%<br />Attesa su prossime misure autorità cinesi


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


10 luglio 10:07

 

Pechino, 10 lug. - Borse cinesi ancora in rialzo, oggi, nonostante i timori che gli effetti delle manovre del governo per stabilizzare i mercati possano non durare sul lungo periodo. L'indice Composite di Shanghai ha segnato un aumento del 4,54%, chiudendo a 3877,8 punti, mentre il Csi 300 è cresciuto del 5,38% a 4107,49 punti. Buona anche la performance di Shenzhen, che ha segnato un aumento del 4,59%, chiudendo a 12038,15 punti, mentre l'indice ChiNext, che traccia le start-up cinesi, ha guadagnato a fine giornata il 4,11%. In risalita anche Hong Kong: l'indice Hang Seng ha registrato un aumento del 2,13% 24911,38 punti, in chiusura. Ancora circa 1300 i titoli sospesi dalle contrattazioni, mentre circa sessanta hanno ripreso a essere quotati oggi.

Ora le attese sono per le prossime misure delle autorità cinesi, compreso un possibile nuovo taglio dei tassi di interessi e una riduzione del coefficiente di riserva obbligatorio delle banche. Nelle ultime settimane, il governo e le autorità regolatrici dei listini erano intervenute, come non accadeva da diversi anni, per frenare il crollo dei mercati, cominciato a metà giugno, al termine di un periodo di un anno in cui la Borsa di Shanghai aveva guadagnato il 150% del proprio valore. Per i più pessimisti, le manovre delle ultime settimane segnano la fine delle riforme in campo finanziario promesse nel 2013, che prevedevano per il mercato un ruolo chiave nell'allocazione delle risorse. Tra le misure messe in atto dal governo c'è anche il divieto per i grandi gruppi di vendere azioni per i prossimi sei mesi.

Ieri, il governo ha lanciato un'inchiesta contro le paretiche illegali sui mercati azionari, per calmare il panico diffusosi tra gli investitori. Una squadra di investigatori mandata dal Ministero della Pubblica Sicurezza era entrata negli uffici della China Securities Regulatory Commission, l'ente regolatore dei listini cinesi, per fare luce su possibili irregolarità. La banca centrale cinese ha poi reso noto nel pomeriggio di ieri di avere iniettato 35 miliardi di yuan, pari a 5,7 miliardi di dollari, nel sistema finanziario a mercati aperti attraverso il meccanismo di finanziamento a breve delle repo a sette giorni, ovvero l'acquisto di azioni per poi rivenderle alla data prefissata a un prezzo più alto. Quello di ieri è stato il quinto intervento di questo tipo della banca centrale dal 25 giugno scorso. Per stabilizzare i mercati, oggi, la China Insurance Regulatory Commission ha reso noto di avere acquistato azioni per 112,3 miliardi di yuan, dal crollo di mercoledì scorso。

 

10 LUGLIO 2015

 

LEGGI ANCHE



BORSA SHANGHAI SEGNA UN RIALZO BIS,  +5,42%
Ma analisti restano preoccupati


BORSE TORNANO POSITIVE
Shanghai +5,76%, Shenzhen +4,25%



SCOPPIA LA BOLLA CINESE
Profondo rosso alla Borsa di Shanghai


@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci