Finanza

Borse in ribasso, timori su
nuove regole settore ombra

Borse in ribasso, timori su <br />nuove regole settore ombra


Di Eugenio Buzzetti


Pechino, 29 lug. - Chiudono la settimana in ribasso le Borse cinesi sui timori di un giro di vite del governo sul settore bancario ombra. Shanghai ha terminato la seduta in calo dello 0,5%, a 2979,34 punti, mentre l'indice Component della Borsa di Shenzhen ha segnato un calo dello 0,64%. La China Banking Regulatory Commission, ente di vigilanza cinese del settore bancario ombra, ha preparato una bozza di regolamentazione del settore bancario ombra con regole più stringenti sui wealth management products, i veicoli finanziari annoverati come investimenti fuori bilancio dalle banche cinesi che hanno contribuito ad aumentare i debiti delle aziende a partire dal 2008.

Alle prime voci di nuove restrizioni comparse sulla stampa cinese, mercoledì scorso, Shanghai aveva chiuso in ribasso dell'1,9% (dopo essere scivolata nel corso della seduta fino a un -3,6%) e l'indice Component della Borsa di Shenzhen era crollato dal 4,11%, estendendo le perdite anche nella giornata di ieri, al contrario di Shanghai, che aveva chiuso in leggero rialzo. Le nuove regole, in base alla bozza preparata finora, riguarderanno soprattutto le banche con un capitale inferiore ai cinque miliardi di yuan (750 milioni di dollari) e con meno di tre anni di esperienza nella gestione dei wmp. Le piccole banche potranno investire gli utili derivanti dai veicoli finanziari solo sui mercati monetario o obbligazionario, e non sulle più rischiose piazze azionarie cinesi, per evitare tracolli e proteggere i piccoli investitori.
 
Il problema del debito cinese preoccupa anche il Fondo Monetario Internazionale, che ad aprile scorso aveva lanciato l'allarme sui rischi provenienti dalle economie emergenti, a partire dalla Cina, e sulle possibili ricadute sulle economie avanzate. Il valore dei wmp è cresciuto negli anni e oggi equivale al 35% del prodotto interno lordo cinese, a quota 23500 miliardi di yuan, una cifra superiore ai 3500 miliardi di dollari. Per gli analisti, la mossa dalla Cbrc riflette la volontà del governo di controllare i rischi finanziari, soprattutto quelli legati al debito delle aziende, uno dei problemi principali dell'economia cinese, ma molto dipenderà da come le nuove regole verranno poi messe in pratica e, suggeriscono alcuni, da come il settore bancario cercherà di aggirarle.



29 LUGLIO 2016

 

 

 

ALTRI ARTICOLI

 

MAR CINESE MERIDIONALE IN ONDA A TIMES SQUARE 120 VOLTE AL GIORNO

 


DA OGGI RIDESHARING LEGALE, UBER E DIDI APPREZZANO

 


CINA E RUSSIA ESERCIZI NAVALI NEL MAR CINESE MERIDIONALE

 


TURISTI ABBANDONANO LA FRANCIA, CALO FLUSSI DOPO ATTENTATI

 


PROFITTI INDUSTRIALI ACCELERANO A GIUGNO, +5,1%

 

SVOLTA NELLA SICUREZZA, DA OGGI SI' A REGISTRAZIONI AZIONI POLIZIA

 

SENTENZA AIA MANIPOLATA, CINA CONTRO USA GIAPPONE AUSTRALIA

 

A OTTOBRE SESTO PLENUM PCC, FOCUS SU GESTIONE E DISCIPLINA

 

ASEAN: VOLTARE PAGINA NEL MAR CINESE MERIDIONALE

 

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci