professionale, efficiente"" /> agiChina - Xi lancia Aiib,sarà "pulita<br />professionale, efficiente"

Economia

Economia

Xi lancia Aiib,sarà "pulita
professionale, efficiente"

Xi lancia Aiib,sarà  pulita<br />professionale, efficiente


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 16 gen. - La Cina lancia ufficialmente la Asian Infrastrutture Investment Bank (Aiib), la banca di sviluppo regionale per finanziare gli investimenti lungo la via della Seta. Il presidente cinese, Xi Jinping, ha svelato il logo della Aiib durante la cerimonia inaugurale svoltasi oggi a Pechino: nei primi cinque anni di vita prevede di stanziare fino a 15 miliardi di dollari all’anno di investimenti per i Paesi che si stendono lungo la via della Seta. Tra i 57 Paesi membri, c’è anche l’Italia, che detiene una partecipazione del 2,62% nel nuovo soggetto finanziario asiatico, al quarto posto tra i Paesi europei. La Cina è il primo Paese per partecipazione nel nuovo soggetto finanziario, con una quota del 30,34%.

 

Nel discorso di inaugurazione, il presidente cinese ha definito le caratteristiche della nuova banca, che sarà “professionale, efficiente e pulita nello svolgimento delle operazioni”. La fondazione della Aiib - ha dichiarato - "dimostra ancora una volta che quando c’è la volontà si trova anche la strada” per realizzarla. Xi ha poi ripercorso le tappe che hanno portato alla cerimonia di inaugurazione odierna. L’apertura della nuova banca regionale, ha spiegato Xi, “spingerà gli investimenti e sosterrà lo sviluppo delle infrastrutture in Asia” e “favorirà la connettività regionale e l’integrazione economica”.

 

Con la Aiib, la Cina punta a un maggiore ruolo nella finanza internazionale, anche se Pechino ha sempre ripetuto che il nuovo soggetto finanziario a guida cinese non è in competizione con i soggetti finanziari internazionali esistenti, come la Banca Mondiale o la Asian Development Bank, a forte presenza statunitense. Lo scorso anno, la Cina, assieme a Russia, Brasile, Sudafrica e India (i Paesi Brics) aveva dato vita anche a un altro nuovo soggetto finanziario internazionale, la New Development Bank, nota anche come Brics Bank, con sede a Shanghai e di cui la Cina è la prima azionista.

 

La presenza di Pechino nei soggetti finanziari internazionali è in forte crescita. Da ieri, la Cina è diventata ufficialmente anche il 67esimo membro della European Bank for Reconstruction and Development (Ebrd) il soggetto finanziario con sede a Londra e che investe in oltre trenta Paesi dell’Europa orientale e dell’Asia centrale. Il ministro degli Esteri di Pechino, Wang Yi, il governatore della banca centrale cinese, Zhou Xiaochuan, e il presidente della Ebrd, Suma Chakrabarti hanno completato ieri a Pechino le ultime formalità per l’ingresso della Cina nella banca. L’approvazione all’ingresso era arrivata già il mese scorso, quando era stato comunicato alle autorità cinesi dal board della stessa Ebrd.

 

16 GENNAIO 2015

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci