Economia

Economia

STANZIATI 7,5 MILIARDI EURO A XINJIANG PER SVILUPPO

STANZIATI 7,5 MILIARDI EURO A XINJIANG PER SVILUPPO


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 13 feb. - Il governo cinese stanzierà 7,5 miliardi di euro (61,66 miliardi di yuan) per lo sviluppo allo Xinjiang. Il nuovo piano di finanziamenti alla regione autonoma cinese darà vita a 150 progetti che varieranno dalla nascita di nuovi posti di lavoro, alle politiche per la casa, fino alla sanità e all'agricoltura. Lo stanziamento dei nuovi fondi fa parte del progetto "Livelihoood building Year" che si è esteso per il quarto anno consecutivo. Il governo cinese prevede di costruire quasi 360mila nuove abitazioni e di creare circa 450mila nuovi posti di lavoro nella regione autonoma. entro la fine dell'anno è previsto il via a 42 nuovi progetti, legati al settore dell'energia elettrica, all'assistenza sanitaria, e alla diffusione di internet, scrive l'agenzia di stampa Xinhua. Altri venti progetti, invece, saranno dedicati alla costruzione di scuole, asili e centri per gli anziani.

 

L'annuncio dei nuovi fondi destinati allo Xinjiang arriva a poche settimane dalla notizia del raddoppiamento del budget per i funzionari locali di Pubblica Sicurezza, per tenere a freno le rivendicazioni separatiste delle frange più estremiste della popolazione uighura. La regione autonoma cinese è percorsa da forti tensioni tra uighuri e gli han, l'etnia maggioritaria della Cina. Su circa 21 milioni di abitanti, gli uighuri costituiscono il 45% della popolazione, a circa nove milioni. Il mese scorso, tre esplosioni nella località di Xinhe, non lontano dal confine con il Kirghizistan, hanno provocato la morte di dodici persone. Altre cinque sono state arrestate. Poche ore prima, proprio al confine con il Kirghizistan, undici uighuri sono rimasti uccisi in uno scontro a fuoco con le guardie di frontiera kirghise, mentre cercavano di valicare il confine.

 

La remota regione autonoma dello Xinjiang, nell'Asia centrale cinese, viene vista da Pechino come ponte verso i mercati delle ex-repubbliche sovietiche, con cui condivide grossi interessi. Il mese scorso, il Kazakistan, che confina con lo Xinjiang a est, ha fatto sapere in via informale, della possibilità che le già importanti esportazioni di grano in Cina, possano aumentare in futuro. Una buona notizia per Pechino, che ha appena rivisto al ribasso le quote di produzione del cereale per i prossimi anni. Nel solo mese di dicembre 2013, Astana ha esportato circa diecimila tonnellate di grano in Cina.

 

E' soprattutto su Kashgar, estrema località del sud-ovest, il centro su cui Pechino punta per lo sviluppo della regione. Il governo cinese mira a farne un hub commerciale nel cuore dell'Asia, nonostante le forti tensioni che, solo in quella zona, lo scorso anno hanno portato alla morte di 72 persone a seguito degli scontri con le forze dell'ordine. In totale, il numero delle vittime accertate in scontri nella regione, lo scorso anno, è stato di almeno 110. Nel processo di "internazionalizzazione" dello Xinjiang, rientra anche la compagnia aerea China Southern Airlines, che ieri ha annunciato l'apertura di una nuova rotta aerea che collega la capitale provinciale, Urumqi, con Seul. Si tratta della prima tratta internazionale a collegare la regione autonoma del nord-ovest cinese con l'estero, ha spiegato China Southern nell'annunciare il nuovo servizio operato dalla compagnia, che comincerà il prossimo 17 giugno.

 

13 febbraio 2014

 

ALTRI ARTICOLI

 

CINA ABBANDONA AUTO-SUFFICIENZA PRODUZIONE GRANO 

 

PREMIER LI: TOLLERANZA ZERO SU SPESE GOVERNATIVE EXTRA  

 

BORSE ASIATICHE IN RIALZO FAVORITE DA DATI CINESI  

 

TERREMOTO DI MAGNITUDO 6,8 FA TREMARE LO XINJIANG

 

AL VIA INCONTRO STORICO TRA CINA E TAIWAN

 

KERRY IN CINA DA GIOVEDI', DA USA STOCCATA SU ADIZ

 

DONGGUAN, 67 IN MANETTE PER PROSTITUZIONE


XI, SOCHI HA SUGGELLATO LE RELAZIONI SINO-RUSSE

 

CINA E TAIWAN A COLLOQUIO


OBAMA: NECESSARIA MAGGIORE LIBERTÀ DI CULTO IN CINA

 

XI E PUTIN A SOCHI

 

MAX BAUCUS, NUOVO AMBASCIATORE USA IN CINA

 

XI A SOCHI PER RINSALDARE PARTNERSHIP CON PUTIN

 

TOKYO NEGA SU MASSACRO NANCHINO, PECHINO S'INFURIA

 

CINA-MYANMAR: MANCATI STANDARD, NUOVI GUAI CONDOTTA

 

FIRENZE, INCENDI: A FUOCO CAPANNONE GESTITO DA CINESI

 

DUBBI SU CRESCITA CINA, BORSE IN PICCHIATA

 

SPESE MILITARI IN CRESCITA, CINA SECONDA DOPO USA

 

ACQUISTO RISO, CINA ANNULLA AFFARE CON THAILANDIA

 

TOCHINA BUSINESS PROGRAM, AL VIA LA SECONDA EDIZIONE

 

PECHINO DURA SU RAPPORTO HUMAN RIGHTS WATCH:
"NEGA PROGRESSI CINA SU RIFORMA GIUSTIZIA
 

 

FRENANO MANIFATTURIERO E SERVIZI, MA ANCORA IN CRESCITA

 

MISSILE, CINA O NATO: TURCHIA PRENDE TEMPO 

 

CINA E INDIA, GARA A CHI HA L'ARIA PEGGIORE  

 

RAMZY (NYT) AL DESK DI TAIPEI DOPO IL RIFIUTO DEI VISTO CINESE 

 

AVIARIA: PERDITE PER CIRCA 2,5 MILIARDI DI EURO

 

L'ANNO DEL CAVALLO SENZA FUOCHI D'ARTIFICIO


ESPULSO DAL PARTITO L'EX SINDACO DI NANCHINO

 

ECFR: NEL 2013 UE DEBOLE NEL RAPPORTO CON CINA

 

RAMZY (NYT) AL DESK DI TAIPEI DOPO IL RIFIUTO DEL VISTO


OBAMA: CINA SCALZATA DA USA COME DESTINAZIONE PER INVESTIMENTI

 

TENNIS: LA VITTORIA DI LI NA, E' POLEMICA SL DENARO PUBBLICO


ATTIVISTA ANTI-CORRUZIONE CONDANNATO A 18 MESI

 

MOTORI DI RICERCA DI CARNE UMANA, LA PAURA DEL LINCIAGGIO ON LINE

 

SPEDIZIONE ESPLORA FONDALI MAR CINESE MERIDIONALE

 

UNDICI ORE DI TRATTATIVA, EVITATO DEFAULT CHINA CREDIT TRUST

 

BAIDU MAPPA LA MASSICCIA MIGRAZIONE DEL CAPODANNO

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci