Economia

Economia

Pmi manifatturiero
torna negativo a maggio 

Pmi manifatturiero <br />torna negativo a maggio 


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 3 giu. - La Cina torna a segnare il passo dopo sette mesi di crescita consecutivi. Il Purchasing Managers' Index, principale indice di valutazione del settore manifatturiero, calcolato da HSBC per il mese di maggio scorso torna sotto quota 50, indicando un mercato in contrazione, a quota 49,2, inferiore alle aspettative degli analisti, che avevano stimato in 49,6 il dato finale per il mese scorso. Anche il sotto-indice relativo ai nuovi ordini perde vistosamente terreno, secondo i calcoli di HSBC, e tocca quota 48,7, il livello più basso dal settembre scorso, segnando una ripresa più lenta del previsto.

 

Ad aprile, il PMI calcolato da HSBC aveva registrato un settore in lieve espansione, a quota 50,4. Il dato per il manifatturiero elaborato dall'Ufficio Nazionale di Statistica registra, invece, una leggera crescita, a 50,8, rispetto al valore di 50,6 di aprile. A calare nelle stime ufficiali è il PMI per il settore non manifatturiero, a quota 54,3, rispetto al 54,5 di aprile, il tasso più basso da settembre dello scorso anno. La differenza tra i due risultati è da imputare ai diversi criteri di ricerca: i dati ufficiali vengono elaborati concentrandosi prevalentemente sui grandi gruppi e sui conglomerati statali, che hanno un accesso al credito maggiore rispetto alle imprese private; il risultato di HSBC deriva da un'analisi condotta soprattutto sulle piccole e medie imprese.

 

Alcuni tra i maggiori istituti mondiali hanno tagliato le aspettative di crescita cinesi a fine 2013. La scorsa settimana il Fondo Monetario Internazionale prima, e l'OCSE poi, hanno rivisto al ribasso le previsioni dall'8% iniziale a 7,75% e 7,8%, rispettivamente. Prima ancora, erano state Bank of America/Merrill Lynch (7,6% dall'8% preventivato) e Standard Chartered (7,7% da 8,3%) a operare un downgrading. Lo scorso mese ING aveva rivisto al ribasso le stime dal 9% iniziale al 7,8%. Nonostante, il parziale ripiegamento dell'economia, il governo cinese non metterà in atto un piano ad hoc per la ripresa, aveva detto il primo ministro Li Keqiang nelle scorse settimane: l'obiettivo entro fine anno è di raggiungere una crescita del 7,5% e tra i leader c'è un consenso di base sul mantenimento di una crescita più contenuta che in passato. Tra le priorità rimane la creazione di posti di lavoro con sette milioni di neolaureati entro fine anno che si apprestano alla ricerca del primo impiego. Il governo cinese sta cercando di cambiare il modello di sviluppo del Paese spostandolo da un'economia fondata sulle esportazioni e gli investimenti a un'economia trainata dai consumi interni.

 

ALTRI ARTICOLI

 

Fmi taglia previsione di crescita a 7,75%

 

Profitti industriali in crescita ad aprilE

 

Manifatturiero cala a maggio, prima volta in sette mesi

 

Il bivio delle riforme  (economiche)  

 

Economia su, ma resta prudenza monetaria


Crescita al rallentatore, manifatturiero giù ad aprile

 

Economia, crescita lenta: leader riuniti a Pechino

 

Pmi manifatturiero in calo in aprile, pesa export


DECRESCITA "FELICE"

 

L'economia rallenta: Pechino cosa fa?

 

Pil a 7,7% nel primo trimestre, in calo rispetto alle aspettative

 

 

ALTRI ARTICOLI

 

Xi Jinping parte per l'America, ancora polemiche su sicurezza informatica

 

Madri Tiananmen contro Xi, ci riporta al maoismo 

 

Imprese Ue in Cina, cala ottimismo sul futuro  

 

Cercasi marito (occidentale), corso spopola a Shanghai

 

Quando il leader va in pensione  

 

Abusi su minori in crescita, protesta anche Ai Weiwei 

 

Restituito alla madre il neonato finito nello scarico

 

Imprese Ue in Cina, cala ottimismo sul futuro  

 

Cercasi marito (occidentale), corso spopola a Shanghai

 

Quando il leader va in pensione  

 

Abusi su minori in crescita, protesta anche Ai Weiwei 

 

Restituito alla madre il neonato finito nello scarico

 

Fmi taglia previsioni di crescita a 7,7%

 

Al via a giugno prime esercitazioni militari 'digitali'

 

Ice a imprese italiane: puntate a 20 città cinesi

 

Huawei: la città smart è digitalizzata

 

Neonato nella toilette: spunta fuori la mamma

 

Scandalo passaporti stranieri dietro l'esame della vita

 

Niente più stravizi per funzionari anticorruzione

 

Il ritorno della sinistra, nel mirino Mao Yushi

 

Salvato il neonato gettato nella toilette

 

Le e Merkel chiedono fine dispute sui pannelli solari

 

Profitti industriali in crescita ad aprile

 

Turisti cinesi vandali, la Cina perde la faccia

 

Xi-Obama, si prepara il vertice del disgelo

 

Cina-Pakistan: cooperazione su crisi energetica

 

Il sogno del costituzionalismo

 

Aviaria: confermato contagio aereo

 

Manifatturiero cala a maggio, prima volta in 7 mesi
Tonfo con Benarnke e Pmi Cina, crolla Tokyo

 

Cina-Pakistan: cooperazione su crisi energetica

 

Chen a giugno a Taiwan, Pechino: "misuri le parole"

 

Versalis punta sull'innovazione

 

Media cinesi: prossimo "summit Cina-Usa un bene"

 

Coree, un emissario di Kim Jong-un in Cina

 

Il singolo di Ai Weiwei, la parodia del carcere

 

Lavoro: peggiora la situazione delle donne. AgiChina24 lo ha chiesto al direttore del China Labour Bulletin

 

Li Keqiang: mercato più aperto agli indiani

 

Lavoro: peggiora la situazione delle donne

 

Versalis 2013, previso+20% di vendite in Cina

 

Cina-India: "stretta di mano sull'Himalaya"

 

E scoppia lo scandalo del riso al cadmio

 

Premier vola in Sud Asia e Eu, economia in cima all'agenda

 

Il bivio delle riforme (economiche)

 

 

© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci