Economia

Economia

La Cina fa paura,
lunedì nero per i mercati

La Cina fa paura,<br />lunedì nero per i mercati


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 24 ago. - Lunedì nero alla borsa di Shanghai, che oggi ha perso l'8,49%, chiudendo a 3209,91 punti, il crollo più marcato dal febbraio 2007, e al di sotto del valore raggiunto il 31 dicembre scorso, azzerando i guadagni ottenuti dall'inizio del 2015. crolla anche la Borsa di Shenzhen, che oggi ha chiuso in ribasso del 7,83%. Il crollo di oggi arriva dopo l'annuncio, ieri, del governo che permetteva l'investimento sui mercati azionari del principale fondo pensione del Paese, che potrà investire fino al 30% dei propri asset, stimati in totale a fine 2014 a 3500 miliardi di yuan, equivalenti a 548 miliardi di dollari. Settimana scorsa, la piazza di Shanghai aveva segnato la peggiore settimana dal giugno scorso, quando erano cominciati i crolli, perdendo quasi il 12%.

 

Le dimensioni delle perdite sulla piazza di Shanghai hanno destato forti allarmi tra gli analisti. "In molti hanno detto che il mercato sarebbe continuato a cadere, ma non si pensava alla velocità e con l'intensità di questi giorni. Non avevo mai visto una cosa del genere. E' veramente drammatico - commenta ad Agi Michele Geraci, direttore del China Economic Research Program presso la Nottingham University Business School China - Avevo sempre sostenuto che il governo non avrebbe dovuto intervenire per fermare il crollo dei mercati perché pensavo che non avesse l'interesse e in parte perché non avesse i mezzi. Adesso vediamo a cosa ricorrono, perchè adesso sta andando giù molto velocemente". Quello che sta accadendo a Shanghai è "un vero disastro", ha commentato ai microfoni dell'agenzia Bloomberg Chen Gang di Heqitongyi Asset Management, e "sembra che niente possa fermarlo".

 

Il crollo cinese, con Shanghai oggi al di sotto della soglia psicologica dei 3500 punti, ha fatto sentire i contraccolpi anche sulle altre piazze asiatiche, con Tokyo che ha perso il 4,61%, ai minimi degli ultimi sei mesi, e Hong Kong che ha chiuso in ribasso del 5,17%. In fortissimo calo anche Taipei, che ha perso oggi il 7,46%. Il crollo cinese ha spinto al ribasso, in apertura, anche le piazze europee e Wall Street, con i futures trattati al Dow Jones in calo di oltre 700 punti, e quelli del Nasdaq in calo di circa il 5%, dopo il lunedì nero alla Borsa di Shanghai. In calo anche i futures a ottobre sul petrolio, ora sotto i 39 dollari al barile. Per fermare il crollo delle azioni cinesi, secondo gli analisti, non basterà iniettare altra liquidità nel sistema, come accaduto finora, senza riuscire a fermare le emorragie.

 

A incidere sui risultati di oggi ci sono i dati dell'economia interna, che continua a scendere, e il timore degli investitori per l'impotenza del governo di fronte al nuovo crash, secondo Geraci. "Si sta diffondendo il sentimento secondo cui l'idea che il governo sia pronto a tappare tutti i buchi non funzionerà più. Il governo è intervenuto e ha fallito fino ad adesso, pur usando armi importanti. C'è questa lotta tra la valutazione obiettiva dei mercati, che tende al ribasso, e l'intervento politico, che tende a sostenere i mercati. Se si mette in dubbio la capacità politica del governo di sostenere i valori del mercato, tra le due forze vince la valutazione fondamentale delle azioni e porta il mercato al ribasso".

 

Tra le prossime mosse che le autorità cinesi potrebbero intraprendere ci sono nuovi tagli dei requisiti di riserva obbligatori delle banche e nuovi tagli dei tassi di interesse, che però, "non serviranno a molto, come non sono serviti quando sono stati fatti nei mesi scorsi", spiega l'economista. Da novembre scorso, la banca centrale cinese ha tagliato per quattro volte i tassi di interesse e per tre volte i requisiti di riserva obbligatori. "In Cina si può arrestare chi vende le azioni, in quel caso il mercato si inchioda. A quel punto, però, non c'è più mercato, perché non ci sarebbero più transazioni. Al di là delle analisi, nei mercati gioca anche la psicologia: gli investitori si stanno facendo prendere dal panico, e la forza ribassista dettata dal panico è enorme. Quello che si evidenzia - conclude Geraci - è la scarsa capacità del governo di controllare questa tigre che è la finanza".

 

 

24 AGOSTO 2015

 

 

ALTRI ARTICOLI 

 

NUOVO CROLLO PER LE BORSE, SHANGHAI -6,15%
Pesano timori per deprezzamento yuan
 

 

PECHINO: TENTATO SUICIDIO DI MASSA, MOLTI RICOVERATI  

 

TIANJIN: 114 I MORTI ACCERTATI, 70 I DISPERSI

 

SVALUTAZIONE YUAN: PBOC DEFINISCE 'TEMPORANEE' LE FORTI FLUTTAZIONI DELLA VALUTA  

 

TIANJIN: CIANURO SODIO, EVACUATE PERSONE VICINO ESPLOSIONE

 

CINA SVALUTA DI NUOVO LO YUAN, BORSE IN RIBASSO
Tra sostegno economia e rischio guerre valutarie

 

BANCA CENTRALE SVALUTA YUAN DEL 2%, MAGGIORE DEPREZZAMENTO DAL 2005

 

NO A CANZONI 'OSCENE' SU WEB, GOVERNO PUBBLICA LISTA NERA

 

TIFONE SOUDELOR LASCIA 14 MORTI E 4 DISPERSI

 

MONDIALI ATLETICA: AZZURRI DA OGGI IN CINA 

 

TIFONE SOUDELOR LASCIA 14 MORTI  4 DISPERSI

 

BORSE ANCORA SU, IN RIALZO PER RIFORME DI IMPRESE DI STATO

 

ESERCITO: CONDANNA A MORTE SOSPESA PER EX GENERALE

 

GIRO DI VITE CONTRO PRODUZIONE ILLEGALE DI TERRE RARE 

 

ISOLE CONTESE, WANG YI: NESSUNA MILITARIZZAZIONE

 

BORSE IN RIALZO SU NUOVE VOCI AIUTI DA GOVERNO

 

CINA, MH370: MALAYSIA CONTINUI LE RICERCHE 

 

SCHELETRO DI DINOSAURO E OLTRE 200 UOVA TROVATE IN UNA CASA


CBRC: BAD LOANS AI MASSIMI DAL 2010

 

ORDINATO PRIMO VESCOVO CATTOLICO DOPO 3 ANNI

Ok da Papa Francesco 

 

LEADER RIUNITI A BEIDAHE TRA ECONOMIA E PROMOZIONI  


SETTORE SERVIZI ACCELERA, AL TOP DA 11 MESI    


ISOLE CONTESE: WANG YI, CINA HA FERMATO LAVORI AMPLIALEMENTO


BORSE IN RIALZO DOPO NUOVO GIRO DI VITE SU VENDITE ALLO SCOPERTO


WANG YI IN MALAYSIA, SABATO NEI PAESI COLPITI DA EBOLA


CROLLA IL MANIFATTURIERO, AI MINIMI DAL 2013

 

DA BANCA CENTRALE 47 MLD DLR A LUGLIO ALLE BANCHE CINESI


VIAGRA NEI LIQUORI, SEQUESTRATA TONNELLATA DI ALCOOL CONTRAFFATTO


TAIWAN: IN MILLE CONTRO PROGRAMMI STUDIO, HACKERATI SITI WEB GOVERNO

 

CINA: DONNA MUORE SU SCALE MOBILI, WEB RISPONDE CON GUIDA ANTI-LAMIERA

 

PECHINO BATTE ALMATY, OSPITERA' OLIMPIADI INVERNALI 2022

 

POLITBURO VARA MISURE CONTRO RALLENTAMENTO

 

BORSE IN RIBASSO IN CHIUSURA, CSRC VIETA PROGRAMME TRADING 

 

TAIWAN: IN CENTINAIA CONTRO RIFORMA PROGRAMMI SCOLASTICI

 

BORSE CINESI CHIUDONO IN RIBASSO, SHANGHAI -2,2%

 

LONDRA NEGA VISTO 6 MESI AD AI WEIWEI, SOLO 3 SETTIMANE

 

MH370, ATTESA SU CONFERMA RELITTO AL LARGO DI REUNION

 

ESPULSO DAL PCC EX NUMERO DUE DELL'ESERCITO

 

BIMBA IN COMA DOPO 1 ORA IN AUTO, A LUGLIO 5 CASI FATALI

 

SI SUICIDA PROCURATORE PROCESSO MOGLIE DI BO XILAI

 

ATTIVISTI CHIEDONO SABOTAGGIO CANDIDATURA OLIMPIADI 2022

 

CINA: ERDOGAN IN VISITA TRA BUSINESS E TENSIONI ETNICHE

 

BORSA SHANGHAI CONTIENE PERDITE DOPO CROLLOChiude -1,68%, la bolla cinese fa ancora paura

 

JIA JIA COMPIE 37 ANNI, E' IL PANDA PIU LONGEVO DI SEMPRE  

 

DOPPIA CRISI A LUGLIO, VOLATILITÀ 
NON SPAVENTA ECONOMIA REALE

 

MERCATI VOLATILI, GOVERNO CONTINUERA' A INTERVENIRE

 

 

 

 

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci