Economia

Economia

Investimenti in Africa calano
oltre 40% in primi sei mesi

Investimenti in Africa calano <br />oltre 40% in primi sei mesi


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 17 nov. - Il rallentamento cinese si riflette sull'Africa. Gli investimenti diretti di Pechino nel continente sono calati di oltre il 40% nei primi sei mesi del 2015 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, secondo i dati del Ministero del Commercio cinese, a 1,19 miliardi di dollari. Pechino ha superato gli Usa diventando nel 2009 il primo partner dell'Africa, da cui estrae, in gran parte, materie prime. Il consumo cinese di materie prime e' progressivamente rallentato dopo la crisi finanziaria globale del 2007-2008, provocando anche una riduzione dei prezzi. Nel totale degli investimenti diretti esteri cinesi, secondo i calcoli della Un Economics Commission for Africa, quelli diretti in Africa sono meno dell'1% del totale. Pechino imputa alla lenta ripresa globale, alle fluttuazioni dei prezzi delle commodities e all'epidemia di Ebola il calo drastico dei primi sei mesi dell'anno, anche se gli investimenti rimangono "robusti" nel lungo periodo, ha dichiarato il portavoce del ministero, Shen Dayang. "Gli investimenti della Cina in Africa continueranno a crescere nel lungo periodo - ha dichiarato Shen - e il Paese mira a investire un totale di cento miliardi di dollari entro il 2020". Nei primi sei mesi del 2015 sono crollate anche le importazioni cinesi dal continente, che hanno segnato un calo del 43%, altro segnale per gli analisti della riduzione della riduzione della domanda cinese per l'energia e le risorse.

 

17 NOVEMBRE 2015

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci