Economia

Economia

Fmi preoccupata per mobilità
investitori sui mercati azionari

Fmi preoccupata per mobilità <br />investitori sui mercati azionari


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 22 lug. - La volatilità dei mercati azionari cinesi preoccupa il Fondo Monetario Internazionale che ha avanzato dubbi con le autorità di Pechino sulla possibilità degli investitori di entrare o uscire dai mercati senza un chiaro sistema di regole. Secondo quanto affermato da fonti vicine all'istituto diretto da Christine Lagarde, le preoccupazioni si sarebbero manifestate già il mese scorso, durante una visita in Cina dei dirigenti del Fmi, prima del profondo rosso dell'8 luglio, quando gli indici dei mercati azionari cinesi hanno chiuso in ribasso di oltre il 6% dopo tre settimane di continui ribassi che hanno portato la Borsa di Shanghai a bruciare circa tremila miliardi di dollari, pari a un terzo del proprio valore.

Il Fondo Monetario Internazionale ha chiesto maggiore trasparenza nella regolamentazione dei mercati azionari, anche se lo scoppio della bolla non ha sostanzialmente mutato il giudizio sulla tenuta generale dell'economia del gigante asiatico. Il 10 luglio scorso, l'istituto diretto da Christine Lagarde aveva lasciato inalterate le prospettive di crescita per la Cina, al 6,8% per quest'anno, spiegando che lo scoppio della bolla finanziaria cinese "potrebbe avere effetti limitati sulla spesa, ma per il momento il rallentamento nel crescita è prima di tutto trainato dal rallentamento degli investimenti nel settore immobiliare", secondo le parole del capo economista del Fmi, Olivier Blanchard.

Nessuna novità significativa, invece, sul fronte valutario. Durante l'incontro del mese scorso non ci sono stati cenni riguardo alla convertibilità dello yuan, la moneta cinese, che dall'inizio del 2016 potrebbe essere inserita tra le valute di riserva mondiali, i diritti speciali di prelievo del Fmi, obiettivo a cui Pechino tiene molto, per ridurre il ruolo del dollaro nelle transazioni internazionali. "La revisione quinquennale per i diritti speciali di prelievo è in corso - ha affermato all'agenzia Reuters un funzionario del Fmi - e il lavoro tecnico procede". Già nel maggio scorso, il Fondo Monetario si era pronunciato a favore della valuta cinese, dichiarandola "non più sottovalutata", come invece ritiene l'amministrazione degli Stati Uniti, e in particolare il segretario al Tesoro, Jacob Lew, tra i più critici sulla valuta cinese. Già oggi, lo yuan è la quinta valuta più utilizzata nelle transazioni mondiali e la prima nel quadrante Asia-Pacifico.

La Cina punta a un ruolo maggiore nella finanza mondiale anche attraverso una maggiore partecipazione nel Fondo Monetario Internazionale, e le rivendicazioni di Pechino precedono la fondazione della Aiib, la Asian Infrastructure Investment Bank, a guida cinese. Secondo un documento emesso nei giorni scorsi dalla Omfif - Official Monetary and Financial Institution Forum) il network che collega le banche centrali e i fondi sovrani in tutto il mondo - la Cina ha iniziato fin dagli accordi di Bretton Woods, nel 1944, a fare pressioni per avere un potere di voto maggiore all'interno dell'organismo finanziario con sede a Washington. "Gli argomenti di discussione tra i Paesi leader non sono significativamente diversi da quelli dibattuti alla Conferenza di Bretton Woods", ha dichiarato al South China Morning Post Jin Zhongxia, ex direttore generale dell'istituto di ricerca della banca centrale cinese e oggi direttore esecutivo per la Cina al Fmi.


22 luglio 2015

 

ALTRI ARTICOLI

 

XI: RIFORME E IMPRESE DI STATO PER LA RIPRESA ECONOMICA

 

DOPO IL CROLLO PIU' REGOLE E CONTROLLI PER LA FINANZA ONLINE 

 

CINA: QUATTRO ARRESTI PER VIDEO SEXY ALL'UNIQLO

 

XINHUA: AVVOCATO ZHOU SHIFENG HA AMMESSO LE SUE COLPE

 

DA BANCHE 209 MILIARDI PER FERMARE CROLLO MERCATI

 

FATTO A PEZZI E ANNEGATO EX DISCEPOLO RASPUTIN CINESE

 

GIAPPONE: ALLARME CINA RIFORMA FORZE ARMATE, "MINACCIA PACE"

 

CINA: DIGITAL BROS APRE NUOVA SEDE A SHENZHEN

 

CINA,COSA CAMBIA DOPO ACCORDO SU NUCLEARE

 

FITCHT-MOODY'S: EFFETTO CROLLO BORSE LIMITATO SU ECONOMIA

 

ADB TAGLIA STIME CRESCITA
Da calo Borse no impatto consumi

 

PREVISTI 1000 KM DI FERROVIE PER DECONGESTIONARE PECHINO

 

VIDEO SEXY ALL'UNIQLO, AUTORITA': "CONTRO SOCIALISMO"


CRESCITA AL 7% NEL SECONDO TRIMESTRE DEL 2015

 

CINA: ACCORDO SU IRAN "DA' SPERANZA" PER PYONGYANG

 

DATI PIL SPINGONO MERCATI ASIATICI, SHANGHAI NEGATIVA


PREMIER LI: MISURE PRECISE PER SOSTENERE LA CRESCITA

 

HUNDSUN PRIMO GRUPPO SOTTO INDAGINE PER CROLLO BORSE

 

GRECIA, CAIXIN: ACCORDO NON BASTERA' A SALVARLA


ESPLODE FABBRICA DI FUOCHI D'ARTIFICIO, 15 MORTI


BORSE IN RIPRESA DOPO IL CROLLO
Dubbi su durata interventi governo


CINA FISSA NUOVI STANDARD CONVERSIONE CARBONE


LIBERATA GIORNALISTA CINESE DIE ZEIT, COPRIVA OCCUPY


PUTIN: "CINA RIMARRA'LOCOMOTIVA MONDIALE"

 


@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci