Economia

Economia

BORSA SHANGHAI CHIUDE IN CALO DEL 2,42%
Export superiore alle attese a dicembre

BORSA SHANGHAI CHIUDE IN CALO DEL 2,42%<br />Export superiore alle attese a dicembre


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 13 gen. - Borse cinesi ancora in calo dopo il rimbalzo di ieri, nonostante i dati delle esportazioni abbiano mostrato un lieve ripresa da parte di Pechino. Shanghai ha chiuso la seduta lasciando sul terreno il 2,42% e scendendo sotto i tremila punti, a quota 2949,6, mentre Shenzhen ha perso il 3,06% e ha chiuso al di sotto dei diecimila, a 9978,82 punti. Positive le piazze asiatiche, con Tokyo che ha segnato un rialzo del 2,9% e Hong Kong in rialzo dell’1,7% nel pomeriggio.

 

A mostrare una ritrovata vitalità sono soprattutto le esportazioni, che recuperano parzialmente il crollo di novembre scorso, quando avevano segnato un calo del 6,8% rispetto al mese precedente a 197,2 miliardi di dollari. Il calo di dicembre nei dati denominati in dollari è stato dell’1,4%, molto meglio delle aspettative, mentre sono cresciute del 2,3% nei dati delle dogane cinesi rilasciati in yuan. Per tutto il 2015, le esportazioni sono scese dell’1,8% a 14140 miliardi di yuan rispetto all’anno precedente, mentre le importazioni sono cadute del 13,2% su base annua a 10450 miliardi di yuan. Raggiungono, invece, livelli record le importazioni di greggio da parte della Cina, che a dicembre hanno toccato quota 7,82 milioni di barili al giorno, grazie a la basso prezzo del petrolio sui mercati, il 21,4% in più su base mensile, e in aumento del 9,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

 

La banca centrale ha mantenuto per il quarto giorno consecutivo lo yuan stabile, con una variazione minima rispetto al giorno precedente, a 6,5630 sul dollaro, dopo otto giorni di deprezzamento della valuta cinese che ha perso circa l’1,4% del proprio valore dall’inizio dell’anno alimentando i timori di una possibile svalutazione competitiva da parte di Pechino. Ieri, il governo aveva sostituito il capo della Safe, la State Administration of Foreign Exchange, Yi Gang, con Pan Gongsheng, anch’egli come Yi vice governatore della banca centrale, senza dare spiegazioni riguardo alla scelta.


13 DICEMBRE 2016

 

ALTRI ARTICOLI

 

BORSE IN LIEVE RIALZO, SHANGHAI CHIUDE A +0,2% 

 

BANCA CENTRALE DIFENDE YUAN CON MASSICCI ACQUISTI

 

WANDA COMPRA HOLLIWOODIANA LEGENDARY PER 3,5 MLD

 

RIMOSSO YI GANG, NUMERO UNO UFFICIO CAMBI

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci