Economia

Economia

Vendite al dettaglio
ai minimi, crescono fdi

Vendite al dettaglio<br />ai minimi, crescono fdi


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 13 mag. - Rallenta ancora l'economia cinese ad aprile con valori più bassi delle aspettative nella produzione industriale, nelle vendite al dettaglio e negli investimenti. Gli ultimi numeri diffusi dall'Ufficio Nazionale di Statistica cinese rafforzano la convinzione degli analisti che Pechino metterà in atto nuove misure di allentamento per spingere la crescita, trainata al ribasso da una scarsa domanda sia interna che esterna, e dal peso del debito delle amministrazioni locali che, in caso di default di alcuni centri, avrebbe pesanti ricadute sotto il profilo occupazionale.

La produzione industriale è cresciuta del 5,9%, in aumento rispetto allo scorso mese di marzo (+5,6%) ma poco al di sotto delle aspettative, che la davano al 6% tondo. Al di sotto delle previsioni degli analisti anche i dati delle vendite al dettaglio, cresciuti il mese scorso del 10% (contro un atteso +10,5%) e degli investimenti, a un +12% nel periodo compreso tra gennaio e aprile, contro il 13,5% delle previsioni. I primi 120 giorni dell'anno hanno segnato anche un rallentamento della crescita dei prestiti erogati dalle banche cinese, a quota 708 miliardi di yuan (101,6 miliardi di euro) circa il 20% in meno del valore previsto, a causa soprattutto dll'alto livello di bad loans nelle pance degli istituti di credito cinesi.

Rallenta anche il settore immobiliare, che registra un aumento del 6% nei primi quattro mesi dell'anno, contro un aumento dell'8,5% segnato tra gennaio e marzo, anche se gli investimenti nell'immobiliare dovrebbero risentire positivamente in futuro dei tre tagli ai tassi di interesse operati dalla banca centrale cinese negli ultimi sei mesi, secondo quanto confermato da un gruppo di costruttori cinesi all'agenzia Reuters. I dati di oggi hanno avuto anche effetti negativi sui mercati azionari: dopo la diffusione delle ultime statistiche, sia l'indice Composite della Borsa di Shanghai che lo Hang Seng di Hong Kong hanno ceduto lo 0,6%. Tra i dati positivi delle ultime ore c'è, invece, quello sugli investimenti diretti esteri in Cina, che nei primi quattro mesi del 2015 sono cresciuti dell'11,1% su base annua, secondo gli ulimi dati del Ministero del Commercio cinese.

 

13 maggio 2015

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci