Economia

Economia

Cina apre a ingresso
in banca EBRD

Cina apre a ingresso <br />in banca EBRD


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 6 nov. - La Cina apre al coinvolgimento nella European Bank for Reconstruction and Development e alla connessione tra il progetto "one Belt one Road" e il piano Juncker. Lo ha dichiarato oggi il Ministero degli Esteri cinese. L'ingresso di Pechino nella Ebrd è una scelta di tutte le parti coinvolte, ha sottolineato la portavoce, Hua Chunying, e da cui tutti trarranno beneficio. Le dichiarazioni di Hua arrivano a pochi giorni dalla possibile approvazione della Cina, prevista per settimana prossima, nel soggetto bancario regionale europeo che opera nei Paesi dell'Europa meridionale e orientale e dell'Asia centrale. Voci di un interesse cinese all'ingresso nella banca nata nel 1991 erano trapelate già nei giorni scorsi, dopo la visita del presidente cinese, Xi Jinping, in Gran Bretagna. Un'autorità cinese non identificata, ma che potrebbe essere lo stesso governatore della People's Bank of China, Zhou Xiaochuan, aveva scritto al presidente della Ebrd, Suma Chakrabarti, per proporre la Cina tra i 64 azionisti.

Il progetto di cooperazione cinese prevede anche l'interesse per il piano Juncker. Pechino, ha continuato Hua, punta a connettere l'iniziativa di sviluppo della Via della Seta lanciata da Xi nel 2013 al piano di investimenti strategici dell'Unione Europea, come confermato oggi dalla portavoce del Ministero degli Esteri cinese, Hua Chunying. Secondo le prime anticipazioni, la partecipazione cinese alla Ebrd prevederà nuovi canali dedicati al progetto di finanziamento infrastrutturale cinese di sviluppo della Nuova Via della Seta, che connetterà l'ex Celeste Impero ai mercati dell'Asia centrale e dell'Europa interessati dagli investimenti provenienti da Pechino. La partecipazione cinese potrebbe aprire anche alla collaborazione con la Asian Infrastructure Investment Bank, la banca regionale di sviluppo a guida cinese: la collaborazione tra i due istituti è stata oggetto di discussioni tra le due parti nei mesi scorsi, in occasione della visita in Cina dello stesso Chakrabarti, che ha aperto alla futura cooperazione tra i due gruppi bancari.

 

6 novembre 2015

 

ALTRI ARTICOLI


MA, INCONTRO CINA-TAIWAN NON RIGUARDA ELEZIONI


XI IN VIETNAM: TRA I TEMI LE DISPUTE TERRITORIALI

 

CORRUZIONE, SOTTO ACCUSA PRESIDENTE CHINA SOUTHERN


INCONTRO XI-MA: STORICA SVOLTA
Proteste a Taipei, dubbi opposizione

 

CAIXIN, SETTORE SERVIZI AI MASSIMI DA TRE MESI

 

BANCA AIIB RATIFICATA A PECHINO

 

CINA VERDE, SANA E AL 6,5% DI CRESCITA


CINA-FRANCIA: ACCORDO SUI CONTROLLI ANTI-EMISSIONI


@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci