Economia

Economia

BANCA CENTRALE SVALUTA YUAN DEL 2%,
MAGGIORE DEPREZZAMENTO DAL 2005

BANCA CENTRALE SVALUTA YUAN DEL 2%, <br />MAGGIORE DEPREZZAMENTO DAL 2005


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 


Pechino, 11 ago. - La Cina ha svalutato lo yuan ai minimi degli ultimi tre anni. Il deprezzamento a sorpresa di oggi è il più significativo dal 2005, quando la valuta cinese venne sganciata dal dollaro. La banca centrale cinese, People's Bank of China, ha fissato il tasso di cambio odierno a 6,2298 contro il dollaro, con una svalutazione dell'1,86% rispetto al valore di ieri, quando il tasso di cambio era fissato a 6,1162 contro il biglietto verde. La svalutazione arriva dopo gli ultimi dati pubblicati nel fine settimana che segnano un altro pesante calo delle esportazioni, crollate dell'8,3% a luglio, e un calo su base annua del 5,4% dell'indice dei prezzi alla produzione. Il tasso di cambio dello yuan si muove all'interno di una banda di oscillazione giornaliera del 2% rispetto al dollaro, sulla base del valore fissato quotidianamente all'apertura dei mercati dalla banca centrale cinese.

La mossa è stata definita un "deprezzamento straordinario" da parte della stessa banca centrale cinese e arriva dopo la diffusione di voci sulla possibilità che la banca centrale potesse aumentare la banda di oscillazione dello yuan, fissata al 2% nel marzo 2014, e mentre Pechino punta all'inclusione della propria moneta tra le valute di riserva globali, assieme al dollaro statunitense, all'Euro, alla sterlina e allo yen. La decisione del Fondo Monetario Internazionale sull'inclusione o meno del Renminbi tra i diritti speciali di prelievo verrà presa nel novembre prossimo.

Tra gli analisti è diffuso il parere che la svalutazione dello yuan servirà in primo luogo a trainare le esportazioni, ai minimi da sei anni, anche se la nuova mossa sembra allontanarsi dalla volontà ribadita più volte negli ultimi anni da parte del governo di ristrutturare l'economia su un modello di sviluppo più focalizzato sui consumi interni. La decisione della banca centrale è uno "shock" per i mercati, afferma ad Agi Fraser J.T. Howie, economista e autore di "Red Capitalism - The fragile financial foundation of China's extraordinary rise". Secondo l'analista, "la forza della Cina è completamente sparita. Il mese scorso è scoppiata la bolla dei mercati e oggi è scomparsa l'idea che una valuta cinese forte fosse a senso unico. E' una grossa decisione, carica di implicazioni - continua Howie,  - L'economia e le esportazioni sono deboli e la Cina sta perdendo competitività".

Tra i più pessimisti, la svalutazione dello yuan potrebbe segnalare un nuovo capitolo nella guerra valutaria, come ritengono gli analisti di IG, ma, al di là dello shock iniziale, la mossa potrebbe essere ridimensionata in prospettiva. "La guerra è cominciata tempo fa e la Cina si è aggiunta in ritardo - continua Howie - Non mi aspetto un 'altra mossa del genere in un periodo di tempo breve, anche se la banca centrale potrebbe decidere di spostare al ribasso il tasso di cambio per indebolire ulteriormente lo yuan. Si tratta comunque di una piccola mossa: lo yen è passato da 60 a 120". Nel medio termine le conseguenze potrebbero essere "odiose", conclude Howie, con il risultato che "sempre più denaro potrebbe uscire dalla Cina sul timore di ulteriori indebolimenti. In più, molte aziende cinesi hanno preso in prestito soldi all'estero per investire in Cina e ora hanno peggiorato la loro esposizione dell'1,9%, e i loro ricavi in Renminbi equivalgono da oggi a meno dollari".


 

11 agosto 2015


ALTRI ARTICOLI


TIFONE SOUDELOR LASCIA 14 MORTI  4 DISPERSI

 

BORSE ANCORA SU, IN RIALZO PER RIFORME DI IMPRESE DI STATO

 

ESERCITO: CONDANNA A MORTE SOSPESA PER EX GENERALE

 

GIRO DI VITE CONTRO PRODUZIONE ILLEGALE DI TERRE RARE 

 

ISOLE CONTESE, WANG YI: NESSUNA MILITARIZZAZIONE

 

BORSE IN RIALZO SU NUOVE VOCI AIUTI DA GOVERNO

 

CINA, MH370: MALAYSIA CONTINUI LE RICERCHE 

 

SCHELETRO DI DINOSAURO E OLTRE 200 UOVA TROVATE IN UNA CASA


CBRC: BAD LOANS AI MASSIMI DAL 2010

 

ORDINATO PRIMO VESCOVO CATTOLICO DOPO 3 ANNI

Ok da Papa Francesco 

 

LEADER RIUNITI A BEIDAHE TRA ECONOMIA E PROMOZIONI  

 

SETTORE SERVIZI ACCELERA, AL TOP DA 11 MESI    

 

ISOLE CONTESE: WANG YI, CINA HA FERMATO LAVORI AMPLIALEMENTO

 

BORSE IN RIALZO DOPO NUOVO GIRO DI VITE SU VENDITE ALLO SCOPERTO

 

WANG YI IN MALAYSIA, SABATO NEI PAESI COLPITI DA EBOLA


CROLLA IL MANIFATTURIERO, AI MINIMI DAL 2013

 

DA BANCA CENTRALE 47 MLD DLR A LUGLIO ALLE BANCHE CINESI

 

VIAGRA NEI LIQUORI, SEQUESTRATA TONNELLATA DI ALCOOL CONTRAFFATTO

 

TAIWAN: IN MILLE CONTRO PROGRAMMI STUDIO, HACKERATI SITI WEB GOVERNO

 

CINA: DONNA MUORE SU SCALE MOBILI, WEB RISPONDE CON GUIDA ANTI-LAMIERA

 

PECHINO BATTE ALMATY, OSPITERA' OLIMPIADI INVERNALI 2022

 

POLITBURO VARA MISURE CONTRO RALLENTAMENTO

 

BORSE IN RIBASSO IN CHIUSURA, CSRC VIETA PROGRAMME TRADING 

 

TAIWAN: IN CENTINAIA CONTRO RIFORMA PROGRAMMI SCOLASTICI

 

BORSE CINESI CHIUDONO IN RIBASSO, SHANGHAI -2,2%

 

LONDRA NEGA VISTO 6 MESI AD AI WEIWEI, SOLO 3 SETTIMANE

 

MH370, ATTESA SU CONFERMA RELITTO AL LARGO DI REUNION

 

ESPULSO DAL PCC EX NUMERO DUE DELL'ESERCITO

 

BIMBA IN COMA DOPO 1 ORA IN AUTO, A LUGLIO 5 CASI FATALI

 

SI SUICIDA PROCURATORE PROCESSO MOGLIE DI BO XILAI

 

ATTIVISTI CHIEDONO SABOTAGGIO CANDIDATURA OLIMPIADI 2022

 

CINA: ERDOGAN IN VISITA TRA BUSINESS E TENSIONI ETNICHE

 

BORSA SHANGHAI CONTIENE PERDITE DOPO CROLLOChiude -1,68%, la bolla cinese fa ancora paura

 

JIA JIA COMPIE 37 ANNI, E' IL PANDA PIU LONGEVO DI SEMPRE  

 

DOPPIA CRISI A LUGLIO, VOLATILITÀ 
NON SPAVENTA ECONOMIA REALE

 

MERCATI VOLATILI, GOVERNO CONTINUERA' A INTERVENIRE

 

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci