Economia

Economia

Ftz, 122 articoli
nella "negative list"

Ftz, 122 articoli <br />nella  negative list


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest

 


Pechino, 20 apr. - Sono 122 gli articoli che subiranno restrizioni commerciali nelle aree di libero scambio della Cina. Il numero è stato pubblicato sul sito del governo cinese, oggi, ed è in lieve diminuzione rispetto alle 139 voci presenti sulla precedente "negative list" relativa all'area di libero scambio di Shanghai, istituita nel settembre 2013. Le limitazioni ancora presenti riguardano i contenuti via internet, i film, il settore bancario e dell'asset management.

Soggette a restrizioni anche diverse aree della produzione industriale. Tra queste, il settore dei trasporti merci via mare e via aerea, nel quale i gruppi stranieri potranno detenere una quota non superiore al 25%. "Gli investimenti stranieri - scrive l'agenzia Xinhua che cita il documento del governo - saranno ristretti a joint venture con i gruppi domestici nei settori di esplorazione e sviluppo di greggio e gas naturale, del settore del design, della produzione e della manutenzione degli aerei e delle terre rare".

 

Il mese scorso, il governo cinese aveva approvato tre nuove aree di libero scambio, nelle province sud-orientali del Fujian e del Guangdong, che confina con Hong Kong, e nella città di Tianjin, alle porte di Pechino. L'approccio sugli investimenti stranieri regolato dalla "negative list" per le aree soggette a restrizioni e divieti è stato criticato nei mesi scorsi dalle imprese europee presenti a Shanghai, nel primo Position Paper relativo alla metropoli cinese, realizzato dalla Camera di Commercio dell'Unione Europea in Cina. Le aziende dell'Ue hanno chiesto meno barriere e maggiori incentivi agli investimenti in ricerca e sviluppo.

 

20 aprile 2015

 


@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci