Economia

Economia

Costo dell'urbanizzazione
sfiora 80 miliardi euro all'anno

Costo dell urbanizzazione <br />sfiora 80 miliardi euro all anno


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 30 lug. - E' di 650 miliardi di yuan all'anno, circa 79,8 miliardi di euro, il costo dell'urbanizzazione cinese. Lo ha elaborato l'Accademia Cinese di Scienze Sociali, il maggiore think-tank di Pechino. La cifra equivale al 5,5% delle entrate fiscali dello scorso anno. Il calcolo, spiega l'accademia di Scienze Sociali, è basato sull'assunto che il processo di urbanizzazione coinvolgerebbe circa 25 milioni di persone all'anno, e che dovrebbe andare di pari passo con l'acquisizione degli stessi diritti di chi risiede in città, soprattutto per quanto riguarda la tutela sanitaria, l'istruzione e gli alloggi. Una condizione ancora lontana, oggi, dall'avverarsi,perchè manca ancora una riforma dello hukou, che permetta anche a chi emigra dalle campagne alle città di godere degli stessi diritti dei residenti urbani.

 

Secondo le stime del think-tank pechinese, la parità di trattamento potrebbe arrivare entro il 2025. Gli ultimi calcoli dell'Accademia delle Scienze Sociali raccontavano una realtà ancora piuttosto impari nel 2011: un emigrato che veniva a vivere nelle aree urbane della Cina guadagnava in media 2050 yuan al mese, poco più di 250 euro, una cifra pari a poco meno del 60% del salario di un residente urbano, ma le spese di sostentamento per vivere in città sono di media attorno ai diciottomila yuan all'anno, senza contare l'affitto di un'abitazione.
 
L'urbanizzazione, secondo il piano del governo cinese, dovrebbe spingere i consumi interni, e promuovere il cambio di modello economico, ancora troppo basato sulle esportazioni. Il governo ha di recente approvato un pacchetto di stimoli per la piccola e micro-impresa che prevede, tra le altre cose, una riduzione della pressione fiscale sulle imprese che fatturano meno di ventimila yuan all'anno, circa 2400 euro, e che gioverà a sei milioni di aziende. Dal 1 agosto prossimo fino a fine 2013, secondo i calcoli del Ministero delle Finanze, ammonteranno a dodici miliardi di yuan i capitali che non saranno soggetti a tassazione.

 

I cambiamenti sociali come conseguenza del nuovo modello di sviluppo che la Cina intende adottare sono stati tra i temi della riunione di oggi del Politburo, l'organo dirigenziale del Partito Comunista Cinese allargato a venticinque membri. Alla riunione ha preso parte anche il presidente cinese Xi jinping. I venticinque si sono concentrati sui temi economici:  la crescita, spiega il comunicato finale, continuerà a mantenersi a un ritmo stabile nel secondo semestre nonostante una situazione "molto complicata a livello interno e internazionale". Secondo le previsioni dei venticinque, gli indicatori macro-economici rimarranno stabili, mentre ad essere flessibile sarà la miro-economia che dovrà comunque essere supportata dalla politica sociale.

 

ARTICOLI CORRELATI

 

Arriva il mini-stimolo per le piccole imprese

 

Governo abbassa pressione fiscale a piccole imprese

 

La Cina e il riscio deflazione

 

Indice manifatturiero Pmi in calo a luglio


Premier Li, Pil non può scendere sotto 7%

 

Lou Jiwei, nessun rischio di hard landing per l'economia


Balzo investimenti esteri  Li Keqiang compare in tv

 

Rallenta crescita Pil, +7,5% secondo trimestre

 

Lou Jiwei, nessun rischio di hard landing

 

Governatori PBoC rassicura dopo cash crunch

 

Surplus commerciale cala 14%, giù export a giugno

 

ALTRI ARTICOLI

 

CALDO RECORD NELLA CINA ORIENTALE

 

INCENDIO IN CASA DI RIPOSO, 11 MORTI

 

HU JIA E TENG BIAO, ARRESTATI E RILASCIATA DA POLIZIA

 

BO XILAI ACCUSATO DI ABUSO DI POTERE E CORRUZIONE  

 

OLTRE 200 MILIARDI DI EURO PER LOTTA INQUINAMENTO

 

XI JINPING, EDUCARE I GIOVANI AL MAOISMO

 

AEREO SOPRA ISOLE TOKYO, CINA «NORMALE ESERCITAZIONE»

 

BO XILAI ACCUSATO DI ABUSO DI POTERE E CORRUZIONE

 

SCANDALO TANGENTI, BUFERA SUI FARMACI

 

AEREO CINESE SOPRA SPAZIO TOKYO, DECOLLANO CACCIA

 

XINJIANG, STABILITA' ETNICA E SCALATA AL POTERE

 

LA CINA E IL RISCHIO DEFLAZIONE

 

ESPLOSIONI E INCENDI A PECHINO NEL GIORNO PIU' CALDO

 

MURI ROSSI, LA REALTA'  DIVENTA ROMANZO

 

ESPLOSIONE IN PASTICCERIA A PECHINO, DUE MORTI E 19 FERITI

 

XI JINPING, MAGGIORI RIFORME E SLANCIO ECONOMIA

 

HUMAN RIGHTS WATCH, GOVERNO CONDANNI POLIZIA URBANA

 

SFRUTTAMENTO FALDE ACQUIFERE, GREENPEACE ACCUSA SHENHUA

 

TERREMOTO IN GANSU, 95 VITTIME E MILLE FERITI

 

CASO XU ZHIYONG, ATTIVISTI NON DEMORDONO

 

TORNA IN PUBBLICO JIANG ZEMIN, INCONTRO CON KISSINGER

 

DISABILE AUTO-IMMOLATOSI,  RIAPERTA INDAGINE SULLE PERCOSSE 

 

LA CORRUZIONE AI TEMPI DI XI JINPING

 

ARRESTATO L'AVVOCATO DELL'ATTIVISTA XU ZHIYONG

 

PEW RESEARCH: CINA PROSSIMA SUPERPOTENZA

 

BOMBA ALL'AEROPORTO DI PECHINO, ATTENTATORE ALL'OSPEDALE  

 

RIAPERTO IL CASO DELL'AUTO-IMMOLATORE DELL'AEROPORTO DI PECHINO

 

PEW RESEARCH: CINA PROSSIMA SUPERPOTENZA

 

ATTIVISTA IN PRIGIONE, NEGATA VISITA AVVOCAT

 

CINA-GIAPPONE: ABE, NESSUNA CONCESSIONE ISOLE CONTESE

 

ITALIA-CINA: PARTE AMBASCIATORE DING WEI, E' NUOVO N.2 CULTURA

 

EXPO 2015, 60 MLN DI INVESTIMENTI IN ARRIVO DALLA CINA

 

GSK, SCANDALO INDUSTRIA FARMACEUTICA

 

BALZO INVESTIMENTI ESTERI, LI KEQIANG COMPARE IN TV 

 

CHIEDEVA MAGGIORE TRASPARENZA POLITICI, ATTIVISTA ARRESTATO 

 

PROTESTANO IN 10.000 CONTRO L'INCENERITORE A CANTON  


 

© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci