Diritto

Diritto

Tibet, corte spagnola
riapre causa genocidio

Tibet, corte spagnola <br />
riapre causa genocidio


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 11 ott. - La Audiencia National, la Corte Nazionale Spagnola, ha ammesso il ricorso presentato da un gruppo di esuli tibetani contro l'ex presidente cinese Hu Jintao per l'accusa di genocidio. Lo ha riferito nella giornata di ieri l'agenzia di stampa spagnola Efe. La stessa Audiencia National aveva negato a giugno scorso un ricorso simile. A cambiare il responso della corte è stato il fatto che uno dei querelanti, Thubten Wangchen, è cittadino spagnolo. Dal 2009, la Corte Nazionale Spagnola ha limitato l'accettazione di querele per crimini contro l'umanità avvenuti al di fuori del territorio spagnolo solo ai casi in cui è coinvolto un cittadino spagnolo.

La richiesta di incriminazione per i leader cinesi accusati dai gruppi tibetani in esilio di genocidio era cominciato già nel 2008, quando erano stati chiamati in causa sette ex leader cinesi, tra cui gli ex presidenti Hu Jintao e Jiang Zemin, e l'ex primo ministro Li Peng. Le accuse riguardano fatti accaduti a partire dal 1988, quando Hu Jintao era stato nominato capo del Partito Comunista Cinese  in Tibet, carica che avrebbe mantenuto fino al 1992, e che, scrivono le associazioni in difesa dei dritti dei tibetani che hanno sporto querela, "necessariamente aveva implicazioni, se non una partecipazione diretta, alla repressione nei confronti del popolo e della nazione tibetana" avvenuti in quel periodo. Per il prosieguo del procedimento sarà necessaria la testimonianza di almeno una vittima della repressione cinese. Il caso sarà di competenza della quarta sezione della Audiencia National.

 

LEGGI ANCHE:

 

TIBET, ALMENO SESSANTA FERITI NEGLI SCONTRI CON POLIZIA

 

UCCISO FONDATORE PRIMO MONASTERO TIBETANO IN OCCIDENTE

 

L'AMANTE DEL TIBET:RICORDO DI ROBERT FORD

 


ALTRI ARTICOLI

 

CINA E BCE,ACCORDO CURRENCY SWAP DA 45 MLD DI EURO

 

IN MANETTE PER 'RUMORS' GIORNALISTA D'INCHIESTA LIU HU

 

CASS, BANCHE OMBRA 40% DEL PIL CINESE

 

I CINESI DEVONO IMPARARE L'ARTE DI RASSICURARE: INTERVISTA A EDWARD LUTTWAK  

 

LI KEQIANG: COOPERARE NEL MAR CINESE MERIDIONALE   

 

OBAMA, SAREI DOVUTO ESSERE IN ASIA E A CINA NON SPIACE

 

BO XILAI, ACCETTATO RICORDO IN APPELLO

 

TIBET, ALMENO SESSANTA FERITI NEGLI SCONTRI CON POLIZIA

 

UCCISO FONDATORE PRIMO MONASTERO TIBETANO IN OCCIDENTE

 

L'AMANTE DEL TIBET:RICORDO DI ROBERT FORD

 

TAIWAN TEME INVASIONE CINESE ENTRO IL 2020

 

AL VIA ASIATICA, 77 FILM PER CONOSCERE IL 'DIVERSO'

 

XI JINPING, PIENA FIDUCIA NELL'ECONOMIA CINESE


BANCA MONDIALE: CINA IN LINEA CON GLI OBIETTIVI

CINA E TAIWAN A COLLOQUIO DURANTE IL VERTICE APEC

BLCU:STUDENTESSA ITALIANA MUORE DOPO CADUTA DA OTTAVO PIANO


CINA: NO ALLEANZE INDIGESTE

 

XI JINPING IN MALAYSIA TRA ACCORDI E DIPLOMAZIA
Obama cancella tour asiatico

 

'EFFETTO NOBEL' A GAOMI, BOOM DI TURISTI NEL PAESE DI MO YAN

 

PMI UFFICIALE SERVIZI AI LIVELLI PIU' ALTI DA SEI MESI

 

ITALIA IN CRISI DI GOVERNO: LA VISIONE DEI MEDIA CINESI

 

TURISMO: NO ALLO SHOPPING FORZATO, SI AL GALATEO

 

L'AFFARE SINO-TURCO CHE FA ARRABBIARE GLI USA

 

SEGNALI INQUIETANTI

 

BATTAGLIE LEGALI PER IL PADRE DELLE SIGARETTE ELETTRONICHE

 

CHEN GUANGCHENG ENTRA IN THINK TANK AMERICANO

 

LE SETTE VITE DI ZHOU YONGKANG

 

© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci