Diritto

Diritto

In manette per 'rumors'
giornalista d'inchiesta Liu Hu

In manette per  rumors <br />giornalista  d inchiesta Liu Hu


di Sonia Montrella
Twitter@SoniaMontrella



Roma, 10 ott.- Il giornalista investigativo Liu Hu è in carcere per aver messo in circolazione "voci diffamatorie". Lo ha fatto sapere il suo avvocato, Zhou He, spiegando che Liu, reporter del New Express Daily, è in carcere dal 30 settembre con l'accusa di diffamazione. Liu, trattenuto dalla polizia di Chongqing da agosto, è l'ultima vittima della nuova legge anti-rumors voluta dal presidente Xi Jinping che vede scattare le manette per tutti coloro che diffondono in rete pettegolezzi o voci diffamatorie sul governo cinese rischia fino a tre anni di prigione se il messaggio viene ritwittato per più di 500 volte o visualizzato da oltre 5000 utenti.

Il 29 luglio scorso, Liu aveva accusato via Weibo Ma Zhengqi, vice direttore dell'organo regolatore dell'industria cinese, lo State Administration of Industry and Commerce, di acquisizioni losche quando era funzionario della megalopoli di Chongqing. Ma Zhengqi, sosteneva il giornalista, ha approvato la problematica vendita a due funzionari di una compagnia di Food&Beverage in perdita di milioni di yuan in beni statali. La società sarebbe stata valutata 27 milioni di yuan (circa 4,4 milioni di dollari) ma è stata venduta a meno di un decimo della cifra.

Per Zhou quello di cui è accusato il suo cliente è un crimine legato alla libertà di parola, aggiungendo che il governo dovrebbe ricambiare Liu per le sue denunce specifiche riguardo un gran numero di funzionari.


Le informazioni ottenute dal giornalista – ha aggiunto l'avvocato – sono accurate e l'uomo non ha nessun motive per dubitarne. Non si tratta di una "intenzionale diffusione di false notizie. Dunque non costituisce reato". L'account microblog di Liu è stato cancellato, mentre i funzionari a Chongqing – rende noto la Reuters – non sono disposti a rilasciare dichiarazioni.

 

ARTICOLI CORRELATI


CAMPAGNA ANTI-RUMORS NELLO XINJIANG, 110 ARRESTI

 

LEGGE ANTI-PETTEGOLEZZI, UN'ARMA A DOPPIO TAGLIO

 

SCARCERATA PRIMA VITTIMA DELLA NUOVA LEGGE

 

GUERRA AI RUMORS, XI JINPING CONTRO WEB AUTARCHICO

 

 

ALTRI ARTICOLI

 

LI KEQIANG: COOPERARE NEL MAR CINESE MERIDIONALE  

 

OBAMA, SAREI DOVUTO ESSERE IN ASIA E A CINA NON SPIACE

 

BO XILAI, ACCETTATO RICORDO IN APPELLO

 

TIBET, ALMENO SESSANTA FERITI NEGLI SCONTRI CON POLIZIA

 

UCCISO FONDATORE PRIMO MONASTERO TIBETANO IN OCCIDENTE

 

L'AMANTE DEL TIBET:RICORDO DI ROBERT FORD

 

TAIWAN TEME INVASIONE CINESE ENTRO IL 2020

 

AL VIA ASIATICA, 77 FILM PER CONOSCERE IL 'DIVERSO'

 

XI JINPING, PIENA FIDUCIA NELL'ECONOMIA CINESE


BANCA MONDIALE: CINA IN LINEA CON GLI OBIETTIVI

CINA E TAIWAN A COLLOQUIO DURANTE IL VERTICE APEC

BLCU:STUDENTESSA ITALIANA MUORE DOPO CADUTA DA OTTAVO PIANO


CINA: NO ALLEANZE INDIGESTE

 

XI JINPING IN MALAYSIA TRA ACCORDI E DIPLOMAZIA
Obama cancella tour asiatico

 

'EFFETTO NOBEL' A GAOMI, BOOM DI TURISTI NEL PAESE DI MO YAN

 

PMI UFFICIALE SERVIZI AI LIVELLI PIU' ALTI DA SEI MESI

 

ITALIA IN CRISI DI GOVERNO: LA VISIONE DEI MEDIA CINESI

 

TURISMO: NO ALLO SHOPPING FORZATO, SI AL GALATEO

 

L'AFFARE SINO-TURCO CHE FA ARRABBIARE GLI USA

 

SEGNALI INQUIETANTI

 

BATTAGLIE LEGALI PER IL PADRE DELLE SIGARETTE ELETTRONICHE

 

CHEN GUANGCHENG ENTRA IN THINK TANK AMERICANO

 

LE SETTE VITE DI ZHOU YONGKANG

 

© Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci