Cultura

Cultura

Censura: pericoloso il rocker
Cui Jian, via libera a Lady Gaga

Censura: pericoloso il rocker <br />Cui Jian, via libera a Lady Gaga


di Sonia Montrella
Twitter@SoniaMontrella


Roma, 16 gen.- Pechino spegne il microfono al padre del rock cinese Cui Jian e riaccende quello di Lady Gaga, censurata nell'ex Impero di Mezzo dal 2011.

"Vecchio Cui", la rock star più famosa di Cina, avrebbe dovuto suonare al gala di fine anno organizzato e trasmesso dalla CCTV, un appuntamento imperdibile per milioni di cinesi, ma l'esibizione sarebbe saltata. "Alla fine Cui Jian non prenderà parte allo spettacolo" spiega la sua agente You You. Il motivo? "Non siamo disposti a cambiare le parole della canzone". "Attendiamo la risposta della Censura" ha aggiunto.

I suoi testi di connotazione politica e con riferimenti al movimento pro-democrazia del 1989 lo hanno allontanato dalle stazioni radio, dalla tv e dai grandi palcoscenici per 15 anni. Tra i brani più sensibili "Nothing to My Name", una ballata del 1986 che gli studenti di piazza Tian'anmen adottarono come inno. O "A Piece of Red Cloth", dell''87 che l'artista ripropose su quella stessa piazza nei giorni delle manifestazioni.

Ore di intrattenimento leggero, commedia, spettacoli di danza e musica dai contenuti strettamente concordati e con messaggi politici a volte fino al limite del ridicolo, come definirono gli internauti l'interpretazione di una cantante appartenente alla minoranza uigura – da tempo in contrasto con Pechino – di una canzone intitolata "Le politiche del Partito sono buone".  Negli ultimi anni lo spettacolo ha subito un calo di popolarità, il rocker avrebbe dunque dovuto rialzare lo share, ma senza lasciare spazio a critiche o allusioni.

Per Pechino, insomma, Cui Jian può ancora essere pericoloso, o di sicuro lo è più di Lady Gaga le cui canzoni dopo tre anni di bando per volgarità – cha ha colpito Kate Perry e i Backstreet Boys -  possono essere ritrasmesse sulle frequenze radio del Paese. Il tutto alla vigilia del lancio del nuovo album. Lo ha annunciato la stessa popstar sul suo account twitter: "Sono emozionata! Il governo cinese ha approvato il rilascio di ARTPOP e dei 15 brani contenuti. La prossima speranza è quella di tornare ad esibirmi (sic)".

16 gennaio 2014

 

ALTRI ARTICOLI:

 


LIU XIA IN UN VIDEO DAI DOMICILIARI

 

IL TEST E LA HOTLINE: SEI CORROTTO?

 

CINA PUNTA SU RINNOVABILI E NUCLEARE

 

INDONESIA E CINA DIVISE DAI MINERALI


ERGASTOLO PER L'OSTETRICA CHE VENDEVA I BAMBINI


LEFTOVER, MENO SCUOLA PER TROVARE L'ANIMA GEMELLA

 

INCENDIO NEL VILLAGGIO TIBETANO DI DUKEZONG

 

ZANONATO A PECHINO: "RILANCIARE RAPPORTI CON CINA"


SHARON TRA LUCI ED OMBRE NEL RICORDO CINESE

 

NASCE GFDC, VETRINA DI ONLY ITALIA PER IL MADE IN ITALY

 

PIÙ AUTO INGLESI IN CINA

 

RIPRESA DELL'INTERSCAMBIO ITALIA-CINA NEL 2013

 

PACE IN SUD SUDAN, UNA PRIORITA' PER LA CINA

 

INCIDENTI SUL LAVORO, CIRCA 20MILA SITUAZIONI A RISCHIO NELL'ENERGIA

 

CINA: VISITA DI ABE A YASUKUNI UN PROBLEMA DI TUTTI

 

DOPO IL NO DEL NYT, CHEN GUANGBIAO PUNTA AL WSJ

 

LA GIUSTIZIA AI TEMPI DI XI JINPING

 

TROVARE LA CINA NEL GANDHARA

 

PECHINO APRE SU BANCHE E TELECOMUNICAZIONI

 

"CINA IN PRIMA LINEA NELLA MISSIONE SIRIANA"

 

MEDIA: PAPA FRANCESCO TRA I 10 "UOMINI CHIAVE"

 

ADDIO A RUN RUN SHAW - Il pioniere del cinema di Hong Kong

 

MUORE PRESIDENTE DI CHINA RAILWAY, SI INDAGA SUL SUICIDIO

 

APRE CONSOLATO ITALIANO A CHONGQING

 

ATTENTATORE S. FRANCISCO: HO OBBEDITO ALLE 'MIE VOCI'

 

IL SENSATO PARADOSSO CINESE

 


 

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci