Cultura

Cultura

Abbado, il maestro accolto
nella Cina della Rivoluzione

Abbado, il maestro accolto <br />
nella Cina della Rivoluzione


di Sonia Montrella
Twitter@SoniaMontrella

 

Roma, 22 gen.- La Cina ha amato Claudio Abbado, e il maestro ha ricambiato. Ma soprattutto, il Gigante Asiatico gli ha aperto le porte nel periodo più 'chiuso' della recente storia cinese: negli anni della Rivoluzione Culturale, quando cultura faceva rima quasi esclusivamente con le massime di Mao Zedong e con la propaganda, e le opere occidentali venivano messe al bando.

La Vienna Philarmonic Orchestra diretta da Abbado rappresentò un'eccezione.

Era il 1973 quando il compositore arrivò a Pechino per la prima volta per alcuni concerti previsti nell'ambito degli accordi per l'allacciamento dei rapporti diplomatici tra Austria e Cina siglati due anni prima. L'Orchestra eseguì brani di Mozart, di Brahm, Schubert e Beethoven e Il Concerto per Pianoforte Fiume Giallo, un'opera "modello" scritta qualche anno prima e sostenuta dalla moglie di Mao, Jiang Qing, attrice teatrale e cinematografica che assunse un ruolo di primo piano negli anni della Rivoluzione.

L'agenzia di stampa Xinhua, di solito dura contro le opere occidentali o tradizionali cinesi, etichettate come "borghesi" definì "squisita e armoniosa" la performance. Del maestro italiano la Xinhua apprezzò molto "l'aver dato voce all'amicizia tra i musicisti austriaci e quelli cinesi". "Sono molto lieto di essermi esibito con gli amici cinesi" rispose a sua volta il direttore.

"Fantastico!" definì invece Abbado Yin Chenzong uno dei compositori del Concerto per Pianoforte Fiume Giallo. "Ha avuto gli spartiti la mattina e la sera ha diretto l'orchestra a memoria". Il Quotidiano del Popolo lodò invece "il suo sobrio atteggiamento durante le prove del concerto, durante le quali ha costantemente scambiato opinioni e consigli con il pianista Yin Chenzong".

Abbado tornò in Cina nel 2009 quando gli era già stato diagnosticato il cancro allo stomaco che lo ha portato via lunedì all'età di 80 anni. La sua esibizione al National Centre for the Performing Arts fu trasmessa su futuristici mega schermi a forma d'uovo a Piazza Tian'anmen, cuore della città che Abbado raggiunse in metropolitana come riportarono ammirati e divertiti i media cinesi.

 

22 gennaio 2014

 

ALTRI ARTICOLI:

 


BANCA CENTRALE INIETTA LIQUIDITÀ

 

STUDIO RIVELA: CINA ESPORTA INQUINAMENTO IN USA


WEB PARALIZZATO, BLOCCATI SITI E SOCIAL NETWORK


CINA ESCLUDE INCONTRO TRA XI E ABE AI GIOCHI DI SOCHI

 

PIL AL 7.7% NEL 2013, CINA VERSO STABILIZZAZIONE

 

WEN JIABAO: IO MAI STATO CORROTTO

 

GAY, IN AUMENTO LE "TERAPIE DI CONVERSIONE" SESSUALE


CINA RADDOPPIA BUDGET CONTRO TERRORISMO XINJIANG

 

CAREER DAY, LA FONDAZIONE ITALIA CINA PUNTA SUI LAUREATI

 

ZANONATO, CINA PIU' GRANDE MERCATO AL MONDO



FMI: DEBITO FISCALE RENDE CINA VULNERABILE A SHOCK

 

INTELLETTUALE ILHAM TOHTI TRATTENUTO DALLA POLIZIA

 

CENSURA, PERICOLOSO IL ROCKER CUI JIAN, VIA LIBERA A LADY GAGA


LIU XIA IN UN VIDEO DAI DOMICILIARI

 

IL TEST E LA HOTLINE: SEI CORROTTO?

 

CINA PUNTA SU RINNOVABILI E NUCLEARE

 

INDONESIA E CINA DIVISE DAI MINERALI


ERGASTOLO PER L'OSTETRICA CHE VENDEVA I BAMBINI


LEFTOVER, MENO SCUOLA PER TROVARE L'ANIMA GEMELLA

 

INCENDIO NEL VILLAGGIO TIBETANO DI DUKEZONG

 

ZANONATO A PECHINO: "RILANCIARE RAPPORTI CON CINA"


SHARON TRA LUCI ED OMBRE NEL RICORDO CINESE

 

 

 

 

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci