Ambiente

Ambiente

Tifone, proteste
per lentezza soccorsi

Tifone, proteste <br />per lentezza soccorsi


di Antonia Cimini



Pechino, 16 ott. - Tra le tre e le quattromila persone sono scese in strada in una delle zone colpite dal tifone Fitow nel sud della Cina per protestare contro la lentezza dei soccorsi, prima di essere sgomberate dalle forze anti sommossa.

 

I cittadini del paese di Yuyao, fra le aree più colpite dalle inondazioni, hanno preso d'assalto gli uffici del comune chiedendo le dimissioni del segretario del partito locale. Fotografie diffuse su internet mostrano una folla arrabbiata che ha divelto la scritta 'servire il popolo' davanti all'ingresso del palazzo del comune. I manifestanti sono stati subito accerchiati dalle forze speciali della polizia e ci sarebbero stati anche scontri con feriti, stando alle immagini sulla rete presto censurate dalla soveglianza digitale.

"Ieri sera è tornata la calma dopo che la polizia ha disperso i manifestanti e mandato tutti a casa, oggi si è tornati alla normalità" spiega ad AgiChina24 il gestore di un ristorante di Yuyao che ammette no aver avuto nessun cliente nella giornata di ieri.

La ong China Rights and Livelihood Watch ha fatto sapere che forze anti-sommossa erano dispiegate nel paese anche questa mattina per evitare che le proteste continuassero per il secondo giorno. L'organizzazione non ha riportato notizie di scontri per oggi.



@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci