Ambiente

Ambiente

INQUINAMENTO, MULTE NEL NORD-EST
CCTV PARLA DI PREGI DELLO SMOG

INQUINAMENTO, MULTE NEL NORD-EST <br />CCTV PARLA DI PREGI DELLO SMOG


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 11 dic. - Forse lo smog può avere come effetto collaterale quello di suscitare battute nei cinesi, come commentava oggi la CCTV, che ironizzano sullo stato dell'aria che grava sulle città, ma i netizens non sembrano entusiasti del ritorno dell'inquinamento atmosferico. Soprattutto in alcuni grandi centri del nord-est, come Shenyang, una delle otto città della provincia nord-orientale del Liaoning, nel nord-est della Cina, multate per la qualità dell'aria nei primi dieci mesi del 2013. La capitale provinciale dovrà risarcire, in base alle nuove regole sull'inquinamento atmosferico, 34,6 milioni di yuan, pari a 4,1 milioni di euro. I proventi delle multe, scrivevano oggi i media cinesi, serviranno a migliorare la qualità dell'aria nella provincia.

 

Lo smog che sta avvolgendo da giorni le città del nord-est, tra cui anche Tianjin e Pechino, sta da tempo arrecando problemi anche nella Cina centrale e orientale, con Shanghai tra i centri più colpiti. I genitori degli alunni di alcune scuole hanno chiesto agli istituti scolastici di installare purificatori nelle classi per evitare che i più piccoli respirino lo smog che da giorni copre, quasi senza tregua, la città. Dopo l'assalto dei giorni scorsi ai negozi che vendono mascherine anti-smog e purificatori, lo stato dell'aria di Shanghai non è migliorato. E i primi genitori cominciano a preoccuparsi della salute dei loro figli, che tossiscono per l'alta concentrazione di polveri sottili nell'aria della città.

 

Anche le imprese di Shanghai, o almeno alcune imprese straniere che hanno sede nella capitale finanziaria cinese, hanno iniziato a prendere provvedimenti. Alcuni gruppi, tra cui Unilever, hanno chiesto ai loro dipendenti, ieri, di lavorare da casa, come scriveva oggi il quotidiano Oriental Morning Post, per evitare il contatto con "Air-pocalypse". La decisione dell'azienda non ha sorpreso i dipendenti, abituati da giorni a livelli sempre più alti di polveri sottili presenti nell'atmosfera della città. In base al nuovo sistema di misurazione dell'inquinamento, la scorsa settimana Shanghai aveva raggiunto per diversi giorni il secondo livello di allerta più alto, contrassegnato con il colore "arancio" e le autorità avevano avvertito bambini, anziani e persone con problemi respiratori di non uscire di casa.

 

Chi sembra trovare, invece, un motivo per sorridere dello smog, invece, è CCTV. L'emittente televisiva statale, in un articolo apparso sul sito web, ha provato a sdrammatizzare l'allerta inquinamento che la Cina sta vivendo, proponendo alcune "insospettabili ricompense" da attribuire alla presenza dell'inquinamento atmosferico, tra cui anche quella di suscitare il senso dell'umorismo dei cinesi, che si prendono gioco dello stato di salute dell'aria. L'articolo della CCTV ha provocato la risposta di altri media cinesi, che non condividono l'entusiasmo della televisione cinese per lo smog, come quella del Beijing Daily, che si chiede e chiede ai suoi lettori se ridere dell'aria irrespirabile possa contribuire a liberare le città cinesi dalla coltre di polveri sottili che le ricopre.

 

L'editoriale della CCTV arriva a 24 ore di distanza da un altro articolo che ha fatto discutere molto gli utenti di Weibo, il Twitter cinese:  quello pubblicato dal Global Times, che aveva trovato tra i pregi dell'inquinamento quello di servire come alleato militare in caso di attacco aereo. La ridotta visibilità dovuta alla presenza di alti livelli di smog avrebbe ostacolato gli eventuali attacchi aerei sulle città cinesi. L'articolo è stato ripreso dalla stampa internazionale, ed è stato criticato dagli internauti cinesi, che in gran parte non hanno apprezzato l'esaltazione della nuova "arma di difesa nazionale" della Cina.

 

11 novembre 2013

 

LEGGI ANCHE:

 

SMOG COME DIFESA,GLOBAL TIMES CANCELLA L'ARTICOLO

 

ALTRI ARTICOLI:

 

KERRY: "LIBERATE IL PREMIO NOBEL LIU XIAOBO"
Pechino: Usa fuori dalle questioni cinesi
 

 

SEUL AMPLIA ZONA DI DIFESA AEREA, CINA RAMMARICATA

 

CAMBIAMENTI CLIMATICI, CINA IMPREPARATA ALLE CONSEGUENZE

 

NIENTE PIÙ INGLESE PER ENTRARE ALL'UNIVERSITÀ

 

SMOG COME DIFESA, GLOBAL TIMES CANCELLA L'ARTICOLO

 

TROVARE LA CINA NEL GANDHARA

 

SOGNO CINESE, STUDIOSI A CONFRONTO

 

MANDELA: LA CINA DICE ADDIO AL SUO "VECCHIO AMICO"

 

AIR-POCALYPSE A SHANGHAI, AVVOLTA NELLA NEBBIA

 

HUBEI DCE NO A ONG GAY, OMOSESSUALITA' CONTRO MORALE

 

DEMOLITO IL VILLAGGIO DEGLI ARTISTI, GOVERNO: "EDIFICI ILLEGALI"


SICUREZZA ALIMENTARE: FIRMATO ACCORDO TRA ITALIA E CINA

 

BIDEN, "FERMA POSIZIONE USA SU ZONA DI DIFESA"

 

CINA VIETA A BANCHE OPERAZIONI IN BITCOIN

 

CENTRO RICERCA, PRESTO CINA FERMERÀ PROGRAMMA SPAZIALE

 

NUOVO ESPROPRIO FINISCE IN TRAGEDIA

 

CAMERON DIFENDE MISSIONE IN CINA, CRITICHE DA WEIBO

 

ZONA LIBERO SCAMBIO SHANGHAI, IN TRE MESI LE RIFORME

 

CHIUDE RISTORANTE 'EVANGELICO',ACCETTAVA OFFERTE INVECE DEL CONTO

 

NUOVO PIANO DI URBANIZZAZIONE PARTIRÀ NEL 2014

 

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci