Ambiente

Ambiente

Coltre smog su Pechino
e Shanghai, resta allarme

Coltre smog su Pechino <br />e Shanghai, resta allarme


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 26 dic. - Una spessa coltre di smog continua a ingolfare le piu' popolose citta' cinesi, all'indomani del giorno in cui il governo e' stato addirittura costretto a cancellare centinaia di voli da Pechino a causa della limitata visibilita'. Anche bambini e anziani sono stati consigliati di evitare l'uscita all'aria aperta. Secondo le autorita' ambientali locali, Pechino e' "gravemente" inquinata, mentre Shanghai "pesantemente": i dati forniti dal centro di monitoraggio ambientale della municipalita' di Pechino del resto parlano chiaro: stamane alle 8 di mattina, la concentrazione delle particelle piu' dannose -le micidiale PM2.5- raggiungevano i 350 microgrammi per metro cubo attorno a piazza Tiananmen.

 

A mezzogiorno, i livelli di particelle erano scesi leggermente, 318 microgrammi per metro cubo (secondo AQICN.org un sito web che tiene sotto controllo in tempo reale la qualita' dell'aria in 60 Paesi. Ma l'Oms raccomanda un'esposizione non superiore ai 25 microgrammi per metro cubo ogni 24 ore. Secondo l'agenzia Xinhua, che cita il Centro Meteorologico nazionale, la situazione dovrebbe migliorare nel pomeriggio e la densa coltre di smog disperdersi grazie a un'ondata di aria fredda

 

Inquinamento aumenta, e' allarme rosso a Pechino

 

Pechino, 21 dic. - Terzo giorno di allarme rosso per lo smog a Pechino, che intensifica i controlli gli impianti inquinanti. Secondo le misurazioni dell'Ambasciata statunitense in Cina, a mezzogiorno di oggi la concentrazione di polveri sottili nell'aria di Pechino era di 228 microgrammi per metro cubo, un valore considerato insalubre per la popolazione, e secondo le autorità ambientali, prima della fine della giornata dovrebbe superare quota trecento microgrammi per metro cubo. Secondo quanto riferisce un funzionario della Commissione Municipale di Economia e Information Technology della capitale cinese, sono già partite anche le ispezioni agli impianti a più alto impatto ambientale che hanno ricevuto l'ordine di ridurre le attività o di chiudere completamente gli stabilimenti per rallentare le emissioni inquinanti. Una misura analoga, che prendeva di mira cantieri edilizi, cementifici, acciaierie e altre industrie inquinanti era già stata presa nei giorni scorsi, quando i valori dell'inquinamento erano schizzati a livelli nocivi per la salute.

Le ondate di inquinamento che hanno colpito Pechino nelle ultime settimane hanno deteriorato la situazione della città che già oggi è al decimo posto in Cina tra le più inquinate. Nei primi undici mesi dell'anno, la media di concentrazione di polveri sottili nell'aria era di 74 microgrammi per metro cubo, ma negli ultimi giorni,scrive il quotidiano China Daily, la media è schizzata a quota 241 microgrammi per metro cubo. Ieri, il picco è stato raggiunto nelle aree periferiche meridionali della città, a quota 391 microgrammi. Per arginare l'inquinamento atmosferico, da giorni vige a Pechino un regime di targhe alterne per le auto private, accompagnato da un aumento delle corse dei mezzi pubblici, comprese le linee metropolitane.

Oltre alla capitale, anche altre trentatré località nella provincia dello Hebei, con cui confina Pechino, hanno attuato misure analoghe: la coltre di smog copre, oggi, un'area di circa 660mila chilometri quadrati, secondo quanto scrive l'agenzia Xinhua. Scuole dell'infanzia, elementari e medie hanno ricevuto l'avviso di sospendere le attività nei giorni di picco dell'inquinamento. L'allarme rosso è il più alto grado di allerta per l'inquinamento atmosferico ed è stato emesso per la prima volta in assoluto il 7 dicembre scorso, quando un'ondata di smog con valori superiori ai trecento microgrammi per metro cubo aveva colpito la capitale cinese per giorni. Gli alti valori dell'inquinamento atmosferico a Pechino e nelle aree circostanti dovrebbero continuare fino a domani notte, ora locale, e lo smog dovrebbe disperdersi a partire da mercoledì.

 

26 DICEMBRE 2015


LEGGI ANCHE


INQUINAMENTO, NUOVO ALLARME ROSSO
Da domani ondata di smog

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci