Ambiente

Ambiente

Cambiamenti climatici, Cina
impreparata alle conseguenze

Cambiamenti climatici, Cina <br />impreparata alle conseguenze


di Sonia Montrella
Twitter@SoniaMontrella



Roma, 9 dic.- Presenza fissa nella top ten dei Paesi più inquinati al mondo, la Cina  non è preparata ad affrontare l'impatto dei cambiamenti climatici. Manca un programma e una presa di coscienza. Più che una costatazione è quasi una sorta di ammissione di colpe che arriva dallo stesso governo di Pechino, consapevole, quello sì,  che le conseguenze non saranno affatto leggere e che il Paese sta già pagando un conto salato.


Secondo la Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le Riforme (NDRC) sin dagli anni '90 circa 2.000 persone in media perdono la vita ogni anno a causa di disastri naturali e le cifre sono destinate a salire. "Il nostro è un Paese in via di sviluppo con una popolazione numerosa, un quadro climatico complesso e una situazione ambientale debole" si legge in un rapporto della Commissione. "I cambiamenti climatici sono già una minaccia per il cibo, l'acqua, la sicurezza energetica, gli edifici e per le condizioni di vita". Siccità a nord, tifoni, paludi prosciugate e innalzamento del livello del mare, sono solo alcuni degli alarmi contenuti nel rapporto pubblicato dalla Commissione e da sei ministeri, compreso quello dell'Agricoltura.

"In futuro la temperatura salirà ancora, l'impatto sarà più duro e se non si farà qualcosa le conseguenze saranno ancora più gravi". Il governo, riferiscono dall'agenzia, si sta muovendo su una strada più 'verde' creando delle riserve naturali, proteggendo le foreste e le paludi e migliorando il sistema di monitoraggio dell'ambiente, tuttavia quello generale è un ritratto a tinte fosche.  Anche in termini di vite umane: negli anni tra il 2001 e il 2010 nella sola Pechino i casi di persone affette da tumori sono aumentati del 56%, e il cancro ai polmoni è diventato la prima causa di morte per cancro da parte degli uomini, e la seconda per le donne, dopo il tumore al seno, secondo i dati del Beijing Health Bureau.

"Sebbene con il nostro lavoro abbiamo ottenuto alcuni successi, mancano ancora le basi fondamentali" ammette l'NDRC. Quali? Infrastrutture in grado di assicurare energie e acqua anche in caso di disastri, ad esempio.


Nel frattempo l'ex celeste Impero si ammanta di grigio. "Mi sembra di vivere in una nuvola di smog, ho tosse, mal di testa e faccio fatica a respirare mentre vado al lavoro" raccontava venerdì Zheng Qiaoyun, di Shanghai. Proprio l'hub finanziario la settimana scorsa è stato avvolto per giorni da una cappa di smog otto volte superiore al limite nazionale di concentrazione di polveri sottili nell'atmosfera, limite a sua volta già indulgente rispetto ai più stretti criteri dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che delimitano la soglia dannosa. Il governo locale ha raccomandato ai suoi cittadini più giovani e più anziani di restare a casa. Un copione che accomuna le più grandi città cinesi. A inaugurare la stagione invernale – il periodo invernale più colpito dallo smog a causa dei sistemi di riscaldamento ancora prevalentemente a carbone -  era stata Harbin, capitale della provincia settentrionale dell'Heilongjiang nota per  le sue sculture di ghiaccio. Era il 21 ottobre, la città si era imbiancata per la prima volta due settimane prima costringendo gli abitanti ad accendere i riscaldamenti. Abbastanza da far decollare la concentrazione di polveri sottili PM 2.5 nell'aria che hanno superato i novecento microgrammi per metro cubo di ossigeno, una soglia più di quaranta volte superiore a quella stabilità dall'OMS.

Una settimana prima Pechino aveva voluto preparare i suoi abitanti al grande freddo ( e ai relativi picchi di smog) con una serie di disposizioni, tra le quali: circolazione a targhe alterne, monitoraggi più accurati, scuole e asili chiusi e industrie ferme. Vietati anche i barbeque e i fuochi d'artificio.


Dal canto loro i cinesi si preparano come meglio credono, e cioè svuotando i negozi che vendono mascherine anti-smog e purificatori, facendo schizzare le vendite destinate secondo l'agenzia Xinhua a toccare i 10 miliardi di euro entro il 2015.

Ma è possibile realizzare il "Sogno Cinese" senza una riforma verde? Per Kenneth Lieberthal, ricercatore senior del Brookings Institution, no. La costruzione di una "Bellissima Cina" passa per l'ecologia, ha detto il ricercatore a Shanghai dove ha preso parte al dibattito "Il sogno cinese dialoga con il mondo”, meeting scientifico ha radunato esperti da 20 paesi organizzato dall'Ufficio stampa del Consiglio di Stato. "Ho sollevato la questione non per essere pessimista, ma perché ritengo sia uno dei maggiori ostacoli da superare" si legge sul Global Times.




9 dicembre 2013

 

 

 

LEGGI ANCHE:

 

CLIMA: CINA PIU' FLESSIBILE, MA FONDI DA PAESI RICCHI


SMOG, CANCRO AI POLMONI A 8 ANNI CASO PIU' GIOVANE

 

OGGI IL TEMPO COMANDA IN CINA?

 

MINISTERO AMBIENTE INVIA ISPETTORI ANTI-SMOG

 

EMERGENZA SMOG: HARBIN PARALIZZATA

 

INQUINAMENTO: NUOVE MISURE VERDI NELLA CAPITALE

 

INQUINAMENTO: IL KILLER IN GRIGIO CHE SPAVENTA LA CINA

 

 

ALTRI ARTICOLI

 

MANDELA: LA CINA DICE ADDIO AL SUO "VECCHIO AMICO"

 

AIR-POCALYPSE A SHANGHAI, AVVOLTA NELLA NEBBIA

 

HUBEI DCE NO A ONG GAY, OMOSESSUALITA' CONTRO MORALE

 

DEMOLITO IL VILLAGGIO DEGLI ARTISTI, GOVERNO: "EDIFICI ILLEGALI"

 

SICUREZZA ALIMENTARE: FIRMATO ACCORDO TRA ITALIA E CINA

 

BIDEN, "FERMA POSIZIONE USA SU ZONA DI DIFESA"

 

CINA VIETA A BANCHE OPERAZIONI IN BITCOIN

 

CENTRO RICERCA, PRESTO CINA FERMERÀ PROGRAMMA SPAZIALE

 

NUOVO ESPROPRIO FINISCE IN TRAGEDIA

 

CAMERON DIFENDE MISSIONE IN CINA, CRITICHE DA WEIBO

 

ZONA LIBERO SCAMBIO SHANGHAI, IN TRE MESI LE RIFORME

 

CHIUDE RISTORANTE 'EVANGELICO',ACCETTAVA OFFERTE INVECE DEL CONTO

 

NUOVO PIANO DI URBANIZZAZIONE PARTIRÀ NEL 2014

 

CINA-GIAPPONE: BIDEN CONSIGLIA "EFFICACI" CANALI DI COMUNICAZIONE

 

MOGLIE LIU XIAOBO DENUNCIA IL SUO ISOLAMENTO

 

YUAN SUPERA EURO COME SECONDA VALUTA NEL TRADING

 

INDICE DI PERCEZIONE DELLA CORRUZIONE,CINA OTTANTESIMA

 

GLOBAL TIMES CONTRO CONTRO CAMERON: "HA RICEVUTO DALAI LAMA"


ISOLE CONTESE, BIDEN IN ASIA PER RICUCIRE. ANCHE TAIWAN ALZA I CACCIA SULL'ADIZ

 

APRE A REGISTRAZIONI FIGLI ILLEGITTIMI, SVOLTA NELLO HUBEI

 

ITALIA-CINA: ARRIVATO A ROMA IL NUOVO AMBASCIATORE LI RUIYU

 

TRAGEDIA PRATO: IL CORDOGLIO DELL AMBASCIATA CINESE

 

CAMERON SPINGE SU ACCORDO LIBERO SCAMBIO, BRUXELLES FRENA

 

RIPARTONO LE IPO, A GENNAIO PREVISTI 50 DEBUTTI IN BORSA

 

CINA, NUOVI PATTUGLIAMENTI ADIZ; PECHINO FRENA: NESSUNA TENSIONE

 

PCC, ALLO SCANNER ABITUDINI E PATRIMONI DEI NUOVI QUADRI

 

COLLISIONE TRAGHETTO A HONG KONG, 87 FERITI

 

VERSALIS (ENI) TRA I PREMIATI DEI CHINA AWARDS 2013

 

ACCORDO SUL NUCLEARE IRANIANO, UNA VITTORIA DIPLOMATICA CINESE

 

LA DECADENZA DI BERLUSCONI SULLA STAMPA CINESE

 

BIMBO TROVATO MORTO IN LAVATRICE, ARRESTATA LA ZIA

 

NELLO HEBEI ARRIVA LA TASSA SULL'INQUINAMENTO

 

ONG, CINA: AUMENTO CONDANNE "SENZA PRECEDENTI

 

VACANZE, NIENTE PIU' CAOS: IN ARRIVO LE RIFORME

 

LA CINA ALLA CONQUISTA DELLO SPAZIO

 

BANCHE, ALLO STUDIO BOZZA PER LIMITARE PRESTITI

 

CINA PROMUOVE FEDE RELIGIOSA CON MODERAZIONE

 

QUANTO COSTA CAPIRE LE RIFORME



 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci