Ambiente

Ambiente

Air-pocalypse a Shanghai,
avvolta dallo smog

Air-pocalypse a Shanghai,<br />avvolta dallo smog


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest



Pechino, 6 dic. - Air-pocalypse è tornata. Questa volta a essere presa di mira dall'inquinamento atmosferico non è la capitale cinese o il nord del Paese, ma il polo finanziario della Cina, Shanghai, su cui da giorni incombe la cappa di smog. Gli ultimi dati, di questo pomeriggio, dicono che la coltre che avvolge la città ha superato di otto volte il limite nazionale di concentrazione di polveri sottili nell'atmosfera, limite a sua volta già indulgente rispetto ai più stretti criteri dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Il PM 2.5 presente nell'aria sopra Shanghai è arrivato a superare quota 600 nel pomeriggio, contro un limite nazionale di 75 microgrammi per metro cubo di aria. La municipalità della metropoli ha chiesto a bambini, anziani e a chiunque soffra di problemi respiratori di non uscire di casa in attesa che le condizioni climatiche migliorino. Contrariamente alle previsioni dei giorni scorsi, il centro di monitoraggio ambientale ha affermato, però, che lo smog rimarrà sopra i cieli della capitale anche per il prossimo weekend: il fronte freddo in arrivo sulla città farà diminuire le temperature e aumenterà le nubi già presenti, ma non spazzerà via lo smog.

Shanghai ha registrato nei giorni scorsi un livello "arancio" di allerta, il secondo più alto nella graduatoria che misura la quantità di smog presente nell'aria. Il livello "rosso" -quello più alto- e si verifica quando la concentrazione di PM 2.5 nell'aria è superiore ai 500 microgrammi per metro cubo di ossigeno. L'emergenza è poi rientrata questa mattina, dopo che la visibilità era aumentata, ma la tregua è durata poche ore: nel pomeriggio la concentrazione di PM 2.5 nell'aria ha riportato il livello di pericolosità dell'aria da "giallo" -il livello più basso- ad "arancio".

I mesi invernali sono tradizionalmente i più a rischio per la concentrazione di smog nei cieli della Cina, dove gran parte del riscaldamento urbano è ancora legato al carbone. Durante lo scorso inverno si sono registrati i livelli di inquinamento più alti da molti anni a questa parte, e su Pechino e diverse aree del nord e del nord-est si era concentrato in prevalenza lo smog. A "inaugurare" la stagione invernale sotto il profilo dell'inquinamento nelle scorse settimane era stata Harbin, centro da undici milioni di persone nel nord-est della Cina, noto per il festival di sculture di ghiaccio che si tiene nei mesi più freddi dell'anno. La coltre era così fitta che la visibilità era limitata a tre metri. Risultato: voli cancellati e ore di stallo nel traffico congestionato, con i motori accesi. L'inquinamento a Shanghai e in altre aree della Cina centrale e orientale ha prodotto ieri risultati analoghi, anche se di dimensioni più contenute: la visibilità era ridotta a meno di duecento metri nelle aree urbane e circa cento voli hanno subito ritardi o cancellazioni. Nonostante il clima di Shanghai sia più mite di quello quasi siberiano di Harbin, l'inverno è cominciato anche nell'hub finanziario cinese con le minime che sono scese per cinque giorni consecutivi sotto i dieci gradi.

Intanto, scrive il China Securities Journal -una pubblicazione a carattere prevalentemente economico-finanziario della Xinhua- i cittadini sono tornati a prendere d'assalto i negozi che vendono mascherine anti-inquinamento (tutte esaurite in poche ore, in diverse aree della città) e umidificatori: nel mese di novembre i dati di vendita di questi ultimi hanno registrato un balzo del 680% su base annua. E la tendenza sembra confermata anche per il futuro: le vendite di apparecchi per la qualità dell'aria all'interno delle mura domestiche dovrebbero arrivare per il 2015 a 80mila miliardi di yuan, una cifra che sfiora i diecimila miliardi di euro, scriveva oggi la Xinhua, commentando, con ingiustificata cautela, che "le industrie del settore si aspettano di fare profitti considerevoli".



 

 

LEGGI ANCHE:

 

CLIMA: CINA PIU' FLESSIBILE, MA FONDI DA PAESI RICCHI


SMOG, CANCRO AI POLMONI A 8 ANNI CASO PIU' GIOVANE

 

OGGI IL TEMPO COMANDA IN CINA?

 

MINISTERO AMBIENTE INVIA ISPETTORI ANTI-SMOG

 

EMERGENZA SMOG: HARBIN PARALIZZATA

 

INQUINAMENTO: NUOVE MISURE VERDI NELLA CAPITALE

 

INQUINAMENTO: IL KILLER IN GRIGIO CHE SPAVENTA LA CINA

 

 

ALTRI ARTICOLI

 

SICUREZZA ALIMENTARE: FIRMATO ACCORDO TRA ITALIA E CINA

 

BIDEN, "FERMA POSIZIONE USA SU ZONA DI DIFESA"

 

CINA VIETA A BANCHE OPERAZIONI IN BITCOIN

 

CENTRO RICERCA, PRESTO CINA FERMERÀ PROGRAMMA SPAZIALE

 

NUOVO ESPROPRIO FINISCE IN TRAGEDIA

 

CAMERON DIFENDE MISSIONE IN CINA, CRITICHE DA WEIBO

 

ZONA LIBERO SCAMBIO SHANGHAI, IN TRE MESI LE RIFORME

 

CHIUDE RISTORANTE 'EVANGELICO',ACCETTAVA OFFERTE INVECE DEL CONTO

 

NUOVO PIANO DI URBANIZZAZIONE PARTIRÀ NEL 2014

 

CINA-GIAPPONE: BIDEN CONSIGLIA "EFFICACI" CANALI DI COMUNICAZIONE

 

MOGLIE LIU XIAOBO DENUNCIA IL SUO ISOLAMENTO

 

YUAN SUPERA EURO COME SECONDA VALUTA NEL TRADING

 

INDICE DI PERCEZIONE DELLA CORRUZIONE,CINA OTTANTESIMA

 

GLOBAL TIMES CONTRO CONTRO CAMERON: "HA RICEVUTO DALAI LAMA"


ISOLE CONTESE, BIDEN IN ASIA PER RICUCIRE. ANCHE TAIWAN ALZA I CACCIA SULL'ADIZ

 

APRE A REGISTRAZIONI FIGLI ILLEGITTIMI, SVOLTA NELLO HUBEI

 

ITALIA-CINA: ARRIVATO A ROMA IL NUOVO AMBASCIATORE LI RUIYU

 

TRAGEDIA PRATO: IL CORDOGLIO DELL AMBASCIATA CINESE

 

CAMERON SPINGE SU ACCORDO LIBERO SCAMBIO, BRUXELLES FRENA

 

RIPARTONO LE IPO, A GENNAIO PREVISTI 50 DEBUTTI IN BORSA

 

CINA, NUOVI PATTUGLIAMENTI ADIZ; PECHINO FRENA: NESSUNA TENSIONE

 

PCC, ALLO SCANNER ABITUDINI E PATRIMONI DEI NUOVI QUADRI

 

COLLISIONE TRAGHETTO A HONG KONG, 87 FERITI

 

VERSALIS (ENI) TRA I PREMIATI DEI CHINA AWARDS 2013

 

ACCORDO SUL NUCLEARE IRANIANO, UNA VITTORIA DIPLOMATICA CINESE

 

LA DECADENZA DI BERLUSCONI SULLA STAMPA CINESE

 

BIMBO TROVATO MORTO IN LAVATRICE, ARRESTATA LA ZIA

 

NELLO HEBEI ARRIVA LA TASSA SULL'INQUINAMENTO

 

ONG, CINA: AUMENTO CONDANNE "SENZA PRECEDENTI

 

VACANZE, NIENTE PIU' CAOS: IN ARRIVO LE RIFORME

 

LA CINA ALLA CONQUISTA DELLO SPAZIO

 

BANCHE, ALLO STUDIO BOZZA PER LIMITARE PRESTITI

 

CINA PROMUOVE FEDE RELIGIOSA CON MODERAZIONE

 

QUANTO COSTA CAPIRE LE RIFORME



 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci