In evidenza

ERRORE VALUTAZIONE POLIZIA DIETRO TRAGEDIA SHANGHAI

ERRORE VALUTAZIONE POLIZIA DIETRO TRAGEDIA SHANGHAI


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 2 gen. - All'origine della tragedia della notte di capodanno a Shanghai ci sarebbe un errore di valutazione delle forze dell'ordine. La polizia di Shanghai ha ammesso di avere sottostimato il numero delle persone presenti sulla piazza Chen Yi di Shanghai, circa trecentomila, nel momento in cui la folla si è accalcata per assistere a uno spettacolo di luci e fuochi d'artificio per celebrare l'arrivo del 2015, ma non ha confermato il numero di agenti presenti sul luogo durante l'incidente, confermando soltanto il numero di agenti, circa 500, che sono intervenuti in seguito, per tentare di disperdere la folla. Molti i testimoni dell'incidente che hanno incolpato le forze dell'ordine per l'intervento inadeguato. Le autorità di Shanghai hanno intanto identificato 32 delle 36 vittime e 33 dei 49 feriti, secondo gli ultimi calcoli aggiornati, 13 dei quali in gravi condizioni. Non confermata, ancora, la causa dell'incidente. Secondo un comunicato della polizia, il lancio di coupon a forma di biglietti da cento dollari da uno dei palazzi che si trovavano sulla piazza sarebbe avvenuto successivamente all'accalcarsi della folla.

 

La città di Shanghai ha messo a disposizione due hot line per familiari delle vittime e di altre persone coinvolte in quella che è la più grande tragedia che ha colpito la città dal 2010, quando 58 persone erano morte in seguito a un incendio in un palazzo di un'area residenziale della città. Il presidente cinese, Xi Jinping, ha chiesto, da ieri, un'indagine approfondita dell'evento e ha ordinato di aumentare le misure di sicurezza nella metropoli in vista dei festeggiamenti per il capodanno cinese, che quest'anno cade il 18 febbraio. Anche dall'ente nazionale per il turismo, la China National Tourism Administration, è stata emessa una nota per chiedere misure adeguate a prevenire l'accalcarsi della folla nei luoghi di maggiore richiamo turistico. Appello simile anche da parte dello stesso segretario del PCC di Shanghai, Han Zheng, massima carica politica della città, che ha ordinato una revisione della pianificazione dei grandi eventi per aumentare la sicurezza. L'agenzia Xinhua, in un editoriale di oggi, ha poi incolpato "una mancanza di vigilanza da parte delle autorità" per la tragedia della notte di capodanno.

 

Sono cominciate intanto le commemorazioni dei defunti. Nelle ultime ore, in molti hanno deposto fiori e candele nel luogo della tragedia per ricordare i propri cari scomparsi nella notte di capodanno. Delle 36 vittime, 25 erano donne di età compresa tra i 16 e i 36 anni. La vittima più giovane è stato un bambino di 12 anni. Molte le scene di tensione, negli ospedali della città che hanno accolto i feriti: i familiari hanno lamentato a lungo la mancanza di informazioni sulle sorti dei propri cari, con momenti di difficoltà nel mantenimento della calma da parte degli agenti presenti nelle strutture ospedaliere.


2 gennaio 2014


@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci