In evidenza

XI IN EUROPA: AL VIA IL SUMMIT SU SICUREZZA NUCLEARE

XI IN EUROPA: AL VIA IL SUMMIT SU SICUREZZA NUCLEARE


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest



Pechino, 24 mar. - Terzo giorno di visita in Europa per Xi Jinping. Il presidente cinese si trova oggi in Olanda per prendere parte la Summit del G7 sulla Sicurezza Nucleare. Xi Jinping e Barack Obama parleranno poi, a margine dell'incontro delle questioni bilaterali e della crisi in Crimea, dopo la decisione cinese di astenersi sul voto presso il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite contro il referendum crimeo per l'annessione alla Russia. Uno dei punti focali del viaggio di Xi Jinping in Europa, riguarda il trattato sugli investimenti che lega Cina e Unione Europea. Xi Jinping visiterà la Commissione Europea nell'ultima tappa del suo viaggio, il 31 marzo e il 1 aprile prossimo a Bruxelles, prima del ritorno a Pechino.

Il tour europeo di Xi Jinping - il primo da capo di Stato - è l'occasione per il secondo round di colloqui tra Cina e Unione Europea per la realizzazione dell'accordo sugli investimenti. La Commissione Europea, in un comunicato emesso oggi, ha sottolineato l'importanza dell'eliminazione delle barriere di accesso al mercato cinese per i gruppi europei, tema che sarà al centro dei colloqui dei prossimi giorni assieme all'istituzione di una "cornice legale a protezione degli investimenti per la certezza e la prevedibilità delle relazioni a lungo termine tra Ue e Cina". L'abbattimento di alcune barriere commerciali che ancora dividono Cina e Unione Europea viene ribadito anche dal Commissario europeo al Commercio, Karel De Gucht, secondo cui occorre "assicurare un ambizioso accordo sugli investimenti con la Cina sarà un passo importante non solo per avere un migliore accesso al mercato e protezione per gli investitori, ma anche per rafforzare le nostre relazioni commerciali con la Cina nel suo insieme".

Più concertata sulla cooperazione bilaterale a lungo termine, la Cina. In un lungo articolo comparso sul China Daily di oggi, il vice direttore dell'Institute of European Studies dell'Accademia Cinese di Scienze Sociali, Jiang Shixue, ha spiegato l'importanza dei rapporti tra Cina e Unione Europea, due poli in trasformazione perché "il continuo sviluppo dell'economia cinese è sempre dipendente dai mercati , dai prodotti, dalla tecnologia e dall'innovazione europei". Sia la Cina che l'Unione Europea sono in fase di trasformazione, continua lo studioso, con la Cina alle prese con il cambio di passo in economia e il programma "Europa 2020" dell'Eurozona. "Ci sono molte somiglianze tra il piano cinese e la strategia europea - spiega Jiang Shixue - Per esempio, la Cina sta accelerando la trasformazione del suo sviluppo economico e sta clottando per costruire una società eco-compatibile e fondata sul risparmio delle risorse, mentre l'Unione Europea vuole promuovere la crescita "intelligente" e sviluppare un 'economia a basso tasso di carbone attraverso l'ammodernamento dell'efficenza energetica e altre misure".

Jiang elenca poi quattro punti su cui i due blocchi devono trovare un terreno comune per la cooperazione: il primo riguarda le dispute commerciali, che devono essere affrontate "con un atteggiamento flessibile, pragmatico, positivo e amichevole". Il riferimento  è soprattutto alla disputa sui pannelli solari, che ha diviso Cina e Unione Europea, negli scorsi anni, e la cui risoluzione, spiega Jiang, "suggerisce che i due blocchi possono lavorare insieme". Il secondo punto su cui si sofferma è l'aumento della comprensione reciproca, da alimentare attraverso gli scambi culturali. Infine, grande importanza viene data al rispetto delle reciproche posizioni e - senza citare direttamente le diverse posizioni di Bruxelles e Pechino sulla crisi in Crimea -  alla necessità di trovare un terreno di confronto sulle rispettive posizioni che riguardano materie di rilevanza internazionale.

 

24 marzo 2014

 

LEGGI ANCHE:


XI JINPING IN EUROPA PER IL PRIMO VIAGGIO DA PRESIDENTE

 

 

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci