In evidenza

ISTITUTO DI CULTURA IN CINA ALLO STUDIO DI ONLY ITALIA

ISTITUTO DI CULTURA IN CINA ALLO STUDIO DI ONLY ITALIA


di Giovanna Tescione
 
Twitter@GiTescione


 
Roma, 15 mag. – Far conoscere l’Italia di ieri per comprendere l’Italia di oggi. È questa la nuova sfida di Only Italia Art & Culture, cuore culturale di Only Italia, la rete d’imprese guidata da Irene Pivetti che promette l’apertura di un Istituto Internazionale di Cultura per promuovere il patrimonio culturale italiano all’estero. L'annuncio arriva dopo due mesi dalla firma di un accordo storico con la cinese Balletown per la realizzazione entro il prossimo autunno di un primo shopping mall dedicato al made in Italy nella città di Foshan, nel sud della Cina.

Il nuovo progetto allo studio, che godrà della collaborazione dell’Istituto di commercio estero italiano e di alcune istitituzioni, vedrà la partecipazione di numerose istituzioni pubbliche e private, università, accademie, centri di ricerca ed enti culturali con un obiettivo comune: inquadrare l’Italia e il made in Italy all’interno di una cornice storico-culturale per valorizzare maggiormente i prodotti e far sì che la cultura, punta di diamante del Belpaese, possa diventare un’occasione per stimolare l’interazione culturale e un’opportunità anche economica per incontrare la domanda cinese e trovare nuovi investitori.
 
Musica, lirica, balletto, arte digitale, arte visuale, moda e design. E poi ancora quadri e stampe dell’arte italiana negli store dell’area Balletown, una rivista di moda e design curata dallo studio Galgano, una app virtuale per la presentazione del centro, una televisione in lingua inglese che presenti il meglio d’Italia: sono solo alcune delle proposte presentate durante l’evento per il lancio del progetto e che saranno oggetto di uno studio attento per poter rispondere al meglio ad un’esigenza cinese ben precisa, capire la cultura e lo stile italiano per imparare a conoscere non solo i prodotti, ma anche ciò che c’è alle spalle.
 
Un’offerta culturale integrata che affiancherà l’offerta commerciale dei prodotti italiani all’interno dei centri commerciali e aree residenziali Balletown che presto vedranno la luce su tutto il territorio cinese.
 
“È il mercato cinese che ce lo chiede” – spiga Irene Pivetti, presidente e fondatrice di Only Italia, che aggiunge – “Per capire ad esempio come nasce un prodotto di design e per saperlo apprezzare è necessario che si spieghi il concetto di qualità dei materiali e dell’armonia, legata ad un concetto di qualità della vita eccetera che hanno origine nella storia e nella storia dell’arte”.
 
Promuovere l’Italia all’estero, quindi, ma non solo dal punto di vista merceologico per sfatare il mito della cultura come unica fonte di spesa e non di guadagno. “L’Italia siede su un patrimonio storico e culturale che rappresenta la nostra identità nazionale nel mondo, un patrimonio materiale e immateriale cui attingere”, continua la presidente. “Un patrimonio storico che anche la Cina possiede e che le permette di trovare nell’Italia un valido interlocutore”.
 


15 maggio 2014
 


ONLY ITALIA SIGLA STORICO ACCORD CON BALLETOWN

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci