In evidenza

CINA AL SECONDO POSTO AL MONDO PER OBESITA'

CINA AL SECONDO POSTO AL MONDO PER OBESITA


di Eugenio Buzzetti
Twitter@Eastofnowest

 


Pechino, 13 giu. - La Cina è al secondo posto al mondo per il numero di cittadini obesi. Secondo uno studio condotto dall'Institute for Health Metrics and Evaluation dell'Università di Washington e pubblicato sulla rivista medica The Lancet, sono 46 milioni i cittadini obesi e 300 milioni quelli in sovrappeso, calcolati attraverso l'indice Body Mass (BMI), che analizza il rapporto tra il peso corporeo e la statura di un individuo. Quando questo rapporto eccede 25, si è in sovrappeso; al di sopra di quota 30, si diventa obesi. La ripartizione tra uomini e donne si divide quasi equamente: a soffrire di un eccesso di adipe è il 28% della popolazione maschile contro il 27% di quella femminile.

 

Al primo posto nella non invidiabile classifica, rimangono sempre gli Stati Uniti dove si concentrano, secondo l'università di Washington, 86,9 milioni dei 2,1 miliardi di cittadini obesi nel mondo: nel 1980, a livello mondiale, erano 857 milioni. Più della metà di uomini e donne che hanno un cattivo rapporto con la bilancia vivono in soli dieci Paesi, tra i quali - oltre a Usa e Cina - anche India, Messico, Brasile e Germania. Gli americani obesi sono il triplo di quelli cinesi, e le donne il doppio, secondo lo studio. Sono soprattutto i più giovani, in Cina, a soffrire dei chili di troppo: il 23% degli under 20 soffre di obesità o è in sovrappeso, contro il 14% delle ragazze nella stessa fascia di età.

 

L'aumento del giro-vita è andato di pari passo con lo sviluppo economico del Paese, in Cina, secondo gli esperti che hanno stilato il rapporto, implicando un aumento delle cattive abitudini alimentari con la crescita della ricchezza nazionale. E il fenomeno non riguarda solo gli adulti, ma, sempre più spesso, anche i bambini, quei "piccoli imperatori" nati dopo l'introduzione della legge sul figlio unico, a cui genitori e nonni non sono capaci di dire no quando si tratta di uno snack magari poco salutare. E proprio la salute, al di là dell'aspetto fisico, è la prima a risentire degli effetti dei chili di troppo - ha spiegato Marie Ng, una degli esperti che ha curato la ricerca - con un aumento tra i cinesi dei casi di diabete, di problemi cardiovascolari, per arrivare, nei casi più sfortunati, fino al cancro.

 

13 giugno 2014

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci