Agenzia Xinhua

PECHINO: NEL 2020 POPOLAZIONE URBANA AL 60%

Roma, 17 mar. - Entro il 2020 la popolazione urbana cinese tocchera' il 60% dal 52,2% attuale. Lo rivela nuovo piano per l'urbanizzazione presentato domenica dal governo centrale. I dati sono in linea con i tassi di crescita dei Paesi in via di sviluppo. Parallelamente crescera' anche la fetta di cittadini con diritto al permesso di residenza che passera' dal 35.6% al 45%. Cio' vuol dire che circa 100 milioni di lavoratori migranti avranno accesso ai servizi pubblici - dalle strutture sanitarie a quelle scolastiche - della citta'. Da tempo e' in discussione la riforma del sistema dell'"hukou", il sistema di registrazione che lega, di fatto, ogni cittadino cinese al luogo di nascita, e li' solo puo' accedere ai servizi. I migranti sono i piu' danneggiati dal sistema ritrovandosi di fatto esclusi dalla vita sociale e dalle opportunita' della citta' in cui vivono e lavorano. Una condizione che nel tempo ha creato discriminazione e disparita'. Secondo il nuovo piano, dunque, il governo "lavorera' duramente per permettere a 100 milioni di lavoratori rurali di ottenere l'hukou urbano" si legge nel comunicato stampa.

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci