Focus

Asia Shale Gas Forum di Shanghai

RIVOLUZIONE SHALE IMPORTANTE
PER RELAZIONI TRA EUROPA E ASIA

RIVOLUZIONE SHALE IMPORTANTE <br />PER RELAZIONI TRA EUROPA E ASIA


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Shanghai, 14 ott. - Le fonti energetiche non convenzionali saranno sempre più importanti nel determinare i rapporti tra i Paesi nello scacchiere energetico del futuro. Allo Asia Shale Gas Forum di Shanghai, giunto quest'anno alla quarta edizione, Gianni Di Giovanni, amministratore delegato di Agi e direttore di Oil, ha sottolineato l'importanza dello shale gas e dello shale oil per la crescita comune di Europa e Asia nei prossimi anni. "In generale, soprattutto l'avvento dello shale gas sta enfatizzando l'importanza della geografia - ha sottolineato Di Giovanni durante il suo intervento - Quali Paesi abbiano un sottosuolo shale e quali no, determinerà le relazioni di potere. Il futuro sarà fortemente influenzato da quello che giace nel sottosuolo".

 

L'amministratore delegato di Agi si è soffermato sul caso degli Stati Uniti, che negli ultimi anni hanno vissuto una rivoluzione energetica grazie al boom dello shale gas, con un impatto positivo preso in considerazione anche dall'ultimo World Economic Outlook pubblicato nei giorni scorsi dal Fondo Monetario Internazionale. "I risultati fanno riflettere non solo i gruppi industriali europei, ma anche contribuenti e politici. La rivoluzione negli Usa - ha spiegato Di Giovanni - ha provocato una decisa caduta dei prezzi del gas naturale, mentre sono cresciuti in Europa e in Giappone".

 

Le ripercussioni sulla società statunitense sono state calcolate quest'anno dalla Federal Reserve, che le ha quantificate, a partire dal 2006, in un aumento della produzione manifatturiera del 3%, in una crescita degli investimenti del 10% e nel 2% in più di posti di lavoro. "Non sono solo le statistiche di produttività che contano - ha sottolineato Di Giovanni - Quello che lo shale gas ha fatto è stato anche creare un gap transatlantico nel modo di pensare. Per molti business leader lo shale gas non ha solo abbassato i costi dell'energia; ha anche promosso un nuovo rispetto dell'innovazione tecnologica".

 

Il pensiero passa, poi, al vecchio continente. "Se l'Europa vuole davvero una rinascita industriale, occorre davvero fare qualcosa. Quello che auspico - ha concluso Di Giovanni - è una soluzione radicale: rafforzare i legami tecnologici e commerciali tra Europa e Asia" per cogliere le "grandi opportunità strategiche e le sfide per l'industria del petrolio e del gas e per i governi di tutto il mondo". Un ruolo importante in questo scenario lo avrebbe, infine, il Mediterraneo, che potrebbe diventare "l'hub commerciale tra Europa ed Estremo Oriente in un futuro molto vicino di rivoluzione tecnologica".



14 ottobre 2014

 

LEGGI ANCHE

AL VIA IL QUARTO ASIA SHALE GAS FORUM A SHANGHAI

 

 

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci