Focus

Analisi - di Geminello Alvi

LA CINA E IL RISCHIO DEFLAZIONE

LA CINA E IL RISCHIO DEFLAZIONE


di Geminello Alvi
 

Ancona, 24 lug. - L’economia cinese va peggio di quanto sperato dal governo e quindi previsto. Malgrado un aumento dei prestiti di un trilione di dollari la crescita è ora al di sotto dei livelli toccati durante la crisi della Lehman. E la Cina appare più vicina alla deflazione di quanto non sia ancora percepito secondo non pochi analisti.

 

Secondo Choyleva di Lombard Street la crescita del secondo trimestre si sarebbe contratta dello 0,2% invece di crescere dello 1,7% come vantato dalle stime governative. Uno yuan meno sottovalutato, esportazioni stagnanti e costi del credito crescenti aumentano del resto la verosimiglianza di una deflazione anche secondo Albert Edwards di Société Générale. In effetti la improvvisa e imponente svalutazione dello yen giapponese e il cambio fisso col dollaro hanno indebolito la competitività cinese e compresso tra l’altro il livello dei salari con qualche non piccolo rischio sociale. Per i più pessimisti la forza del dollaro in particolare rimanda al ricordo della crisi delle tigri asiatiche nel  1997.

 

Ma le polemiche tra gli ottimismi governativi e i pessimisti rimanda alla consueta annosa questione dell’affidabilità delle statistiche cinesi. Le indiscrezioni dei più alti funzionari in effetti giustificherebbero molti dubbi. Noli, consumi elettrici e crescita del credito sarebbero indici più affidabili che non le  statistiche ufficiali. E proprio usando questi indici la situazione si conferma peggiore delle previsioni ufficiali. Usando il Li Keqiang Index composto da queste tre serie di dati, la crescita cinese annuale risulterebbe crollata al di sotto del 2%. Xianfan Ren di IHS Global Insight sostiene poi che i prezzi all’ingrosso giapponesi sono del resto in deflazione da almeno 15 mesi. Inizia tra i pessimisti a circolare l’altro paragone con l’inizio del decennio perduto giapponese.
     
 



@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci