Focus

ITALIA-CINA

GRASSO, MOSTRIAMO ALLA CINA
LA NOSTRA ECCEZIONALITA'

GRASSO, MOSTRIAMO ALLA CINA<br />LA NOSTRA ECCEZIONALITA


Di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest

 

Pechino, 9 dic. - L'Italia può collaborare con la Cina mostrando l'eccezionalità di cui è capace. Negli incontri in serata, ora locale, con la comunità di italiani che vive a Pechino, il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha sottolineato l'importanza dell'apporto che l'Italia può dare nella cooperazione con la Cina. Grasso si trova in visita in Cina in occasione delle celebrazioni dei 45 anni dall'inizio delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi. Alla sede dell'Ambasciata d'Italia in Cina, il presidente del Senato ha sottolineato nel messaggio di saluto l'importanza della coesione della comunità italiana per fare emergere il potenziale del Paese. "Sono qui per rappresentare l'interesse che l'Italia attribuisce alla Cina -ha dichiarato - i cinesi questo lo comprendono, lo percepiscono e lo apprezzano", ha esordito il presidente del Senato, sottolineando l'importanza di intensificare le relazioni con la Cina. Assieme ai cinesi, ha poi concluso Grasso, "possiamo fare tante cose dando l'eccezionalità di cui siamo capaci". Prima del ricevimento, il presidente del Senato ha ricevuto all'Istituto Italiano di Cultura, in dono simbolico, l'opera omnia dell'italianista cinese Lu Tongliu dalle mani dei familiari dello studioso scomparso nel 2005. Nel breve discorso di introduzione dell'opera, l'Ambasciatore d'Italia in Cina, Ettore Sequi, ha ripreso un proverbio cinese secondo cui "l'uomo saggio può sperare di lasciare due cose belle: le radici e le ali. Le radici della cultura italiana, trapiantata qui, e le ali che hanno permesso a tanti lettori cinesi di conoscere il nostro Paese".

In mattinata il presidente del Senato è stato ospite dell'Università di Diritto e Scienze Politiche di Pechino, dove ha tenuto una lectio magistralis, "ubi societas, ubi ius", sul tema del dialogo tra Cina e Italia sotto l'aspetto giuridico, durante la quale ha sottolineato l'importanza dell'apporto del diritto romano all'apparato legislativo cinese a partire dalla seconda metà dell'Ottocento. In seguito, Grasso ha partecipato alla cerimonia per i 45 anni dall'inizio dei rapporti diplomatici tra l'Italia e la Repubblica Popolare Cinese alla Grande Sala del Popolo, la sede dell'Assemblea Nazionale del Popolo, il parlamento cinese che affaccia su piazza Tian'anmen. Nel suo intervento, il presidente del Senato ha sottolineato l'importanza di costruire "ponti sia ideali che fisici" per il futuro nelle relazioni tra i due Paesi. Per domani è in programma una visita agli stabilimenti di Goglio S.p.A., azienda che produce imballaggi flessibili per l'industria alimentare e chimica, mentre per venerdì è previsto l'incontro a Pechino con il primo ministro cinese, Li Keqiang, prima della tappa a Shanghai.

 

09 DICEMBRE 2015

 

LEGGI ANCHE

 

GRASSO, PUNTI CONTATTO E PONTI DA EDIFICARE

Italia-Cina: 45 anni di rapporti diplomatici 

 

LECTIO MAGISTRALIS PIETRO GRASSO, ETICA POLITICA CONTRO CORRUZIONE 

 

ITALIA-CINA 

GRASSO, SOSTEGNO E SVILUPPO ALLA NUOVA VIA DELLA SETA

 

 

@Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci