Focus

ECONOMIA

AL VIA SISTEMA DI ASSICURAZIONE
SUI CONTI CORRENTI DEI RISPARMIATORI

AL VIA SISTEMA DI ASSICURAZIONE <br />SUI CONTI CORRENTI DEI RISPARMIATORI


di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 1 dic. - La Cina assicurerà i depositi bancari. La svolta è stata annunciata ieri dalla banca centrale, la People's Bank of China, in un comunicato. La nuova misura riguarda la quasi totalità dei conti correnti cinesi, quelli al di sotto dei 500mila yuan (65200 euro) il 99,63%, secondo le stime dell'istituto diretto da Zhou Xiaochuan, il governatore e guardiano della politica monetaria cinese. La Cina si adegua con la nuova misura alle politiche introdotte già in 110 Paesi che offrono protezione ai depositi bancari per prevenire i rischi e mantenere la stabilità finanziaria. Nella bozza di regolamentazione, comparsa sul sito web dell'Ufficio per gli Affari Legislativi del governo cinese, sono contenuti i 23 articoli attorno ai quali si snoda il provvedimento, che saranno all'attenzione del pubblico fino all'approvazione definitiva, il 30 dicembre prossimo.

Le banche saranno tenute al pagamento di un premio assicurativo e i fondi saranno gestiti da un'agenzia che avverrà creata appositamente. A essere escluse dalla normativa, scrive l'agenzia Xinhua, ci sono le filiali all'estero delle banche cinesi e le filiali in Cina delle banche straniere. Il fondo pagherà fino a un massimo di 500mila yuan per i depositanti, nei casi di bancarotta o di insolvenza della banca in questione, mentre le banche pagheranno di tasca propria per i conti correnti superiori ai 500mila yuan. Con la nuova misura, ha spiegato la banca centrale, la Cina intende creare per i risparmiatori una rete di sicurezza finanziaria.

Un primo via libera alla proposta di assicurazione sui depositi bancari era arrivata giovedì scorso dal vice governatore della banca centrale, Hu Xiaolian, che in un forum a Pechino aveva dichiarato che la banca centrale avrebbe spinto su una riforma dei tassi di interesse in linea con le richieste del mercato e alla creazione di uno schema per assicurare i conti correnti bancari. La decisione ufficializzata ieri era nell'aria da tempo: a settembre, il primo ministro cinese, Li Keqiang, aveva preannunciato l'intenzione del governo di proteggere attraverso la creazione di un sistema di assicurazione dei conti correnti, a Pechino, a colloquio con il presidente del Comitato di Basilea, Stefan Ingves, e aveva promesso di rafforzare il controllo sul settore del credito e riforme strutturali.


01 dicembre 2014

 

 

@ Riproduzione riservata

每日意大利

LE VIE DEL BUSINESS

Le vie del business
ABO About Oil
medi telegraph
Guida Monaci